Copywriter, lo scrittore al servizio del marketing

Il commercio è un’attività che l’uomo intraprende quasi da sempre e, appena si è passati dal baratto alla moneta, è nata la necessità di pubblicizzare i propri beni/servizi in vendita. Secoli dopo, con la nascita e lo sviluppo della pubblicità nell’accezione moderna, ecco che si forma la figura del copywriter, chiamato amichevolmente copy.


Copywriter, lo scrittore al servizio del marketing
Copywriter, lo scrittore al servizio del marketing

Chi è il copywriter?

Questo personaggio semi-sconosciuto non è nient’altro che l’ideatore dei testi per la pubblicità, che siano annunci sui giornali, spot televisivi, radiofonici o cartelloni affissi per strada. Con l’avvento di internet, successivamente, la figura del copywriter si è evoluta ulteriormente e, nell’odierna era digitale, egli si occupa principalmente di marketing sul web, scrivendo sia brevi testi che veri e propri articoli per i blog delle aziende, aiutandole ad aumentare la propria visibilità su Google e su internet in generale.

Comprendiamo che tra molti di voi ci sia una certa perplessità: com’è possibile che scrivere brevi slogan o addirittura singole parole possa essere un lavoro retribuito che meriti un’apposita figura ad hoc? Ebbene sì, è possibile. Dato che nel mondo odierno siamo esposti a centinaia di spot e campagne pubblicitarie durante tutto il giorno, è essenziale trovare il modo di far colpo nella mente dei clienti per attirarli verso il prodotto o servizio in vendita. Per far ciò, sono due i profili lavorativi richiesti: un copywriter, cioè colui che, come già detto, cura i testi, e un art director, che tratta la parte grafica e multimediale (quindi anche sonora).

L’art e il copy devono lavorare in sinergia perché parole, immagini e suoni devono formare un qualcosa di omogeneo che faccia breccia nel disinteresse dell’acquirente, bombardato e ormai assuefatto alla miriade di réclame a cui è sottoposto quotidianamente.

Chi diventa copywriter?

Per diventare copywriter, quindi, è necessario sapere utilizzare al meglio le parole, senza contare troppo sulla quantità, ma scegliendole con cura affinché siano efficaci. Tutto ciò avviene partendo dal confronto con le altre figure dell’azienda e delle varie agenzie SEO e di comunicazione, come la nota Innovando, che si occupano di marketing e che perciò hanno il compito di individuare i bisogni del cliente e i suoi punti deboli, sui quali bisogna focalizzarsi.

Sia lavorando per i mezzi di comunicazione tradizionali (giornali, televisione, radio, cartellonistica) sia se si è a stretto contatto con le ultime tecnologie (web, social, email), è fondamentale liberare la propria creatività, senza paura di osare: solo così si colpirà il target di riferimento.

In particolare, in aggiunta alla fantasia, il web copywriter deve avere alcune competenze di base nel campo del marketing su internet. Ad esempio, deve conoscere gli stratagemmi per farsi trovare dai motori di ricerca (SEO) e per sfruttare al massimo le possibilità che ci danno i social, grazie ai classici post e persino agli annunci pubblicitari specifici per alcune classi di utenti.

In conclusione, la missione del copywriter è offrire un mix di creatività e competenze davvero affascinante e se vi state chiedendo ancora di cosa si occupa, sappiate che avete a che fare con queste figure professionali quasi tutte le volte che leggete il post di un blog o i testi delle pagine di un sito web. Si tratta di un professionista moderno, che si evolve insieme a internet e di cui le aziende si avvalgono ogni giorno.