Contro il riscaldamento globale arrivano i TECS2 HFO


Climaveneta lancia sul mercato una nuova gamma di chiller a levitazione magnetica con refrigerante eco-compatibile

Riscaldamento GlobaleBassano del Grappa, Dicembre 2015: In linea con le recenti spinte legislative imposte da stati e istituzioni di tutto il mondo volte a ridurre le emissioni di gas serra e individuare nuovi target di efficienza per i prodotti e gli edifici, Climaveneta presenta TECS2 HFO, la nuova gamma di chiller con compressore a levitazione magnetica e refrigerante eco-compatibile.

Concepiti per offrire ai clienti una nuova alternativa in linea con lo scenario internazionale delineatosi, i compressori Turbocor di TECS2 HFO utilizzano refrigeranti HFO di 4a generazione caratterizzati da valori di GWP estremamente bassi. Una combinazione sinergica tra tecnologia e sostenibilità che assicura grandi vantaggi non solo in termini di conformità ambientale ma anche di prestazioni.

Le molecole fluorurate HFO sono considerate al giorno d’oggi il candidato ideale per la sostituzione dei gas HFC. Grazie infatti alla loro proprietà di disintegrarsi molto rapidamente nell’atmosfera, le nuove molecole hanno un impatto ambientale molto basso, pur mantenendo proprietà termodinamiche molto simili agli HFC. Il refrigerante HFO 1234ze selezionato da Climaveneta, in particolare, assicura livelli di GWP pari a 7 (rispetto a valori GWP pari a 1430 per il gas R134a) e nessuna tossicità.

Il nuovo refrigerante green è stato quindi abbinato alle unità TECS2, la rinomata gamma di chiller con tecnologia a levitazione magnetica e logiche di controllo estremamente avanzate. Una soluzione che, oltre alla riduzione di peso e dimensioni rispetto ad un’unità tradizionale con compressori a vite, trae vantaggio dalla lavorazione oil free del compressore assicurando un netto miglioramento delle performance degli scambiatori.

I risultati dei questa innovativa unione tra efficienza e sostenibilità sono considerevoli: il compressore a levitazione magnetica HFO, grazie anche a speciali scelte tecnologiche adottate in fase progettuale, garantisce un’ulteriore efficienza del + 3% rispetto a soluzioni con analogo compressore a refrigerante R134a.

Oltre al compressore, ogni altro dettaglio costruttivo è stato pensato per massimizzare le performance della macchina. Tutte le unità impiegano infatti scambiatori caratterizzati da ampie superfici di scambio studiate per massimizzare la capacità frigorifera e ottimizzare il lavoro dei compressori. Una scelta all’avanguardia che assicura ridotte perdite di pressione e la completa evaporazione del refrigerante, contribuendo a ridurre al minimo ogni possibile spreco energetico.

TECS2 HFO sono disponibili nelle versioni con condensazione ad aria e ad acqua, e capacità frigorifere da 339 a 1364 kW. Le unità ad acqua possono inoltre essere selezionate nella configurazione pompa di calore (funzione /H), in grado di assicurare un approccio ancora più eco-compatibile in tutte quelle installazioni dove il recupero di calore è consentito.

Una gamma completa sempre accompagnata da un approccio su misura tanto caro a Climaveneta e orientato ad incontrare anche le richieste progettuali più sfidanti dei moderni edifici.

Il press kit ufficiale.

Media Relations
Sara Di Clemente
sara.diclemente@climaveneta.it