Comprendiamo la consulenza gestionale


Definiamo il concetto di consulenza gestionale

Praticamente, la consulenza gestionale si sostanzia in un complesso di attività finalizzate al miglioramento delle performance di un’impresa.

La consulenza gestionale comincia con una fase progettuale in cui vengono ideate azioni in base alle reali esigenze dell’azienda. Nella fase successiva si passa all’esecuzione assistita delle soluzioni elaborate su misura. Per finire, si svolgono i controlli diretti a confermare che tutto quanto compiuto produca effettivamente i risultati sperati.

La relazione tra consulenza gestionale e controllo di gestione

La consulenza gestionale termina con l’effettuazione dei controlli. I consulenti affiancano il management aziendale nell’introdurre i nuovi sistemi di controllo e si occupano della formazione degli stessi manager sulle procedure di verifica della corrispondenza dei risultati agli obiettivi.

Si parla di controllo di gestione, ma non è infrequente l’uso dell’espressione controllo direzionale, per definire il complesso delle attività in grado di far conseguire al management gli obiettivi che siano stati definiti nella precedente fase di pianificazione operativa. Fulcro dell’attività di controllo è la verifica, realizzata mediante il raffronto con specifici indici, del grado di spostamento tra obiettivi prefissati e risultati conseguiti.

Conseguenza del controllo, stante un certo scostamento tra obiettivi e risultati, è evidentemente l’adozione delle adeguate misure correttive per il miglioramento delle prestazioni aziendali.

In quali servizi si sostanzia una consulenza gestionale?

Comprendere cosa sia effettivamente la consulenza gestionale richiede lo studio dei servizi che tipicamente la integrano: analisi dei rischi, studio della concorrenza, redazione di un business plan, analisi economico finanziarie, guida al conseguimento di certificazioni di qualità, etc.

Sintetizzando, i consulenti di gestione aziendale sostengono gli amministratori dell’azienda nella direzione dell’azienda formandoli e dando loro strumenti che servano a impostare obiettivi e a verificarne il perseguimento. Tutto questo, praticamente, produce una riduzione dei costi aziendali e nel beneficio di poter valutare accuratamente rischi ed opportunità d’investimento ma al tempo stesso il monitoraggio dei fatturati e la determinazione delle tariffe commerciali.