Consigli per il detersivo per i piatti


Anche coloro che possiedono la lavastoviglie non possono fare a meno del detersivo: infatti capita sempre qualche bicchiere prezioso e delicato o qualche piatto difficile da sgrassare rimasto nel lavello , e in questi casi il lavaggio a mano è praticamente d’obbligo.
Attenzione però, perché non tutti i detersivi sono uguali, anche se prima apparenza il detersivo per piatti sembra piuttosto banale e impersonale. Esistono tre tipi di detersivi in vendita sugli scaffali di tutti i supermercati: quelli concentrati, quelli super concentrati e quelli tradizionali. I primi due tipi, a differenza di quello tradizionale, utilizzano meno plastica, ingombrano meno nel trasporto e quindi sono più rispettosi dell’ambiente: un flacone dura molto più tempo di quello tradizionale, che tendiamo a sprecare.

L’ alternativa ecologica

Una buona alternativa ecologica ed economica è il detersivo per piatti sfuso venduto dai distributori di detersivi. Il flacone utilizzato sarà sempre lo stesso (vanno bene anche bottiglie di plastica prive di etichetta) e questa accortezza fa calare drasticamente l’utilizzo della plastica, e quindi porta un risvolto positivo sia all’ambiente che al portafoglio. Distributori di detersivi sfusi sono presenti in tutte le città e rappresentano anche importanti punti vendita di prodotti bio e green: infatti non è raro trovare i commercio in questi negozi anche tutta una serie di prodotti dall’inci verde, biologici e perfettamente sicuri per l’ambiente

Consigli per ridurre lo spreco

Le statistiche riportano dati preoccupanti: gli italiani sono un popolo che spreca il suo detersivo. Usiamo infatti troppo detersivo, e lo usiamo male: le quantità eccessive vanno a finire nei fiumi e nei mari dove inquinano flora e fauna. Per evitare sprechi i flaconi con tappo push and pull sono da preferite, specie quelli con erogatore di piccole dimensioni. I flaconi a vite o a spruzzo invece consentono un’erogazione spesso al d sopra della necessità effettiva.

Composizione dei detersivi

Non tutti i detersivi sono uguali. Alcuni infatti risultano più aggressivi per l’ambiente e per la pelle, altri invece sono maggiormente biodegradabili e tollerati dal derma. Per questo bisognerebbe sempre essere ben informati sul tipo di detersivo che andiamo a comprare. Bisogna diffidare sempre dai detersivi che dichiarano di contenere limone o altri componenti naturali perché si tratta solo di aromi presenti in minima parte, e non hanno nulla di biologico o naturale: anche le scritte come dermatologicamente testato non danno una vera protezione per le mani. Indossare i guanti è d’obbligo, e usare poca quantità di detersivo per piatti aiuto non solo l’ambiente, ma anche la preservare la salute e la bellezza delle mani.