Come scegliere le porte interne con stile


La scelta delle porte interne è un momento che influisce su tutto l’aspetto delle stanza. Quindi bisogna fare molta attenzione.

È un duro compito quello delle porte interne: non solo devono adeguarsi perfettamente all’interno delle stanze alle quali danno accesso, ma devono anche essere sintonia con gli ambienti che collegano.

E se è duro per loro, immaginate quanto può essere arduo il lavoro di chi deve sceglierle, le porte interne. Sbagliare anche solo una porta rischia di rovinare tutto l’equilibrio e il design di una casa.

Ma come fare a scegliere il modello giusto? Il trucco è tenere a mente il contesto in cui la porta si inserisce. Una volta chiarito questo, ecco qualche domanda che potete farvi per rendere più semplice la scelta.

 

Che materiale usare?

La capacità della porta di rispecchiare l’aspetto della vostra casa e delle singole stanze dipende molto dal materiale che scegliete.

Siete amanti del vetro? Sicuramente è una scelta molto elegante, ma poco adatta per gli ambienti caldi. Inoltre, esso da un senso di leggerezza e aumenta la luminosità, tutte cose delle quali tenere conto.

Il buon vecchio legno, invece, è più massiccio e pesante, ma è perfetto per rendere l’atmosfera più “domestica”, con la possibilità di giocare con la verniciatura.

C’è poi il melaminico, una scelta sintetica, ma molto leggera e conveniente, oltre che personalizzabile con colorazioni con le quali renderlo identico al lego.

 

Quale struttura è la più adatta?

Oltre al classico profilo sporgente, sul mercato sono presenti anche modelli con cerniere a scomparsa o scorrevoli. Anche questo è un aspetto da considerare.

I profili classici sono sicuramente quelli più “pesanti” dal momento che sporgono dal muro e accentuano l’idea della porta come barriera fra le stanze.

Le cerniere a scomparsa, invece, fanno in modo che la porta sia in linea con il muro: con la giusta scelta di colore, è possibile far credere che essa sia tutt’uno con la parete. Questa scelta è molto più indicata per gli ambienti moderni e quelli in cui non si vuole sottolineare la divisione degli spazi.

 

Da che parte si aprirà la porta?

Una domanda che può sembrare banale, ma non lo è affatto, visto che il senso in cui aprirete le vostre porte cambierà completamente l’impressione con si entra in una stanza.

Immaginate che, per entrare nella sala da pranzo, dobbiate tirare verso di voi la porta. Adesso immaginate la stessa scena, ma con la porta che va spinta, anziché tirata. Cambia, no?

 

Dove trovare le porte interne

Finora abbiamo parlato dei possibili modelli da acquistare, ma, alla fine dei conti, è necessario vedere le porte di persona, per riuscire davvero a farsi un’idea dell’impressione che possono fare e se sono davvero ciò che cercate. Ovviamente, vi servirà un rivenditore dotato di uno showroom ben fornito, oltre che di un servizio di personalizzazione.

Se vi trovate nella zona di Milano, potete visitare lo spazio espositivo di Mascheroni Srl, rivenditore di porte interne a Segrate: l’azienda, oltre a mettere a disposizione tutti i vari modelli di porte e infissi presenti in catalogo, offre la possibilità di personalizzare le porte con colorazioni e rifiniture varie. Lo showroom si trova in via Roma 52, a Segrate, ed è visibile anche sul sito www.mascheroni.com.