Come Scegliere i Quadri per l’Arredamento


Quadro digitale per arredamento

I quadri sono sempre stati importanti per arredare una casa, sia che vogliamo arredare il soggiorno, sia che vogliamo arredare la camera da letto o un altro ambiente. Ovviamente dobbiamo fare molta attenzione nello scegliere lo stile e i quadri giusti, altrimenti nessuno più vorrà venire a trovarci, gli amici ci isoleranno e saremo sempre più tristi. Anche la nostra ragazza potrebbe lasciarci e andare a vivere da un amico comune che a differenza di noi ha arredato casa sua con i quadri giusti.

Sia che preferiate uno stile classico sia che preferiate uno stile moderno, l’importante è che i quadri non costino troppo. Se un quadro costa più di mille euro allora non è un quadro da arredamento ma da museo. Casa vostra è forse il Louvre o il Moma? E’ pronta ad ospitare un Picasso o un Matisse? No, e allora lasciate perdere i quadri costosi. Perché nella storia dell’arte la distinzione tra quadri da arredamento e quadri da museo c’è sempre stata, quindi atteniamoci a questa fesseria.

Una volta trovato il negozio giusto (io vi consiglio Arte21 a Roma, in via dei Cappellari), dobbiamo scegliere lo stile. Vogliamo buttarci sul moderno, magari quadri Pop Art? Perfetto, allora per prima cosa prendiamo carta e penna e iniziamo a scrivere i colori degli accessori d’arredo che abbiamo nella stanza dove andrà collocato il quadro. Cuscini blu, divano rosso, sedie grige, tappeto viola e continuiamo così fino al colore del lampadario.

Una volta stilata la lista, possiamo vedere quante volte appare ogni colore. Per esempio avremo un risultato del tipo: blu cinque volte, rosso due volte, verde una volta, grigio una volta, giallo sei volte e così via. Ricordate una cosa molto importante: se i cuscini hanno un tessuto di più colori, dovete contare il blu una volta e gli altri colori due volte, dividento il risultato per i metri quadrati della stanza o camera. Questo per mantenere il giusto rapporto cromatico tra pareti, arredo e quadro.

Fatta questa cosa, possiamo iniziare a prendere le misure della parete dove collocheremo il quadro moderno. Per farlo si usa di solito un metro a nastro oppure un metro di legno da falegname. Se per esempio abbiamo una parete di quattro metri per tre di altezza e nella stanza non ci sono altri quadri appesi, possiamo comprare un quadro lungo fino a due metri e alto non più di un metro. Questo perché l’arredamento non va appesantito e il quadro ha bisogno di un po’ di spazio intorno per essere apprezzato, soprattutto se è moderno. Con i quadri classici, per esempio i paesaggi di Constable o Turner, va bene attaccarne anche tanti uno vicino all’altro, tanto sono tutti marroncino e verde, quindi non stoneranno col colore del copriletto o del divano.

Se avete forniture d’arredo di design consigliamo quadri grigi, che fanno molto moderno l’ambiente dove vengono appesi. Ma se preferite dare una nota di colore alla casa, potete optare per un bel dipinto con molto giallo o anche molto rosso. Il giallo fa luce, quindi è meglio metterlo in una stanza con le finestre piccole. I quadri grigi invece vanno nelle stanze dove le finestre sono più grandi. Ma cosa stai scrivendo? Non lo so. La cosa migliore è andare direttamente sul sito Arte21 e scegliere quello che più vi piace.