Come scegliere gli asciugamani in spugna


L’accessorio più utilizzato nei nostri bagni è certamente l’asciugamano. La sua funzione è delle più semplici ed è racchiusa nella parola stessa: assorbire il più possibile l’acqua sulla pelle. Colorati o bianchi, di tessuti come spugna o lino non importa, la questione fondamentale è certamente la qualità del tessuto.
Sul mercato sono presenti asciugamani di diverse dimensioni e di diversi filati differenziati in base alle esigenze di ognuno di noi.

Cosa occorre tenere in considerazione al momento della scelta del giusto asciugamano?
Al momento dell’acquisto occorre considerare di quali dimensioni necessitiamo e del tessuto che più ci aggrada. I primi asciugamani erano in pregiato lino bianco, tuttavia, sono oggetti ormai tramontati perchè facilmente deteriorabili a causa dei frequenti lavaggi. Così il lino lascia spazio alla spugna di cotone, più morbida e confortevole lascia sulla pelle una sensazione di asciutto più appagante.
Per riconoscere asciugamani di qualità è necessario assicurarsi che i piccoli riccioli che li formano siano ben cuciti al tessuto, se questi tendono a staccarsi l’asciugamano non è della migliore qualità. Inoltre la resistenza alle lavatrici è un altro sintomo qualitativo: dopo una decina di lavaggi non deve subire modifiche di dimensione.
Infine può capitare di notare che ai primi utilizzi il nostro asciugamano non assorba in maniera corretta l’acqua sulla pelle, questa spiecevole sensazione è dovuta ad un trattamento del cotone di scarsa qualità e solamente dopo l’usura del tessuto questo è in grado di assolvere perfettamente il proprio compito.

Le dimensioni
Sul mercato si possono trovare asciugamani di diverse dimensioni, ciascuna risponde ad un utilizzo specifico.
Gli asciugamani da viso hanno una forma rettangolare di medie dimensioni, il telo da bagno è il più esteso e, infine, quello da bidet è il più piccolo, sempre di dimensioni rettangolari.
Ad una diversa funzione corrisponde una diversa dimensione, la scelta si basa esclusivamente sull’utilizzo; gli sportivi troveranno maggiormente funzionale un asciugamano di spugna di medie dimensioni, chi deve sostituire l’accappatoio dovrà prediligere un telo da bagno.
Qualunque sia la funzione è bene adottare una buona regola igienica ovvero tenere separati gli asciugamani così da evitare il proliferare della carica batterica.

Alto o basso, bianco o colorato?
Sebbene il bianco rimanga un classico, oggi il mercato offre asciugamani colorati per tutti i gusti. Se ci si orienta su un asciugamano colorato si deve considerare il rischio che scolorisca a causa dei diversi lavaggi. Per evitare questo inconveniente è sempre bene ricordare di leggere attentamente quanto riportato nell’etichetta informativa, la spugna di cotone al 100% è da prediligere ai mix acrilici sintetici.
Un dettaglio spesso sottovalutato è l’altezza dell’asciugamano: una spugna alta e morbida è da prediligere ad un tessuto basso e ruvido.
Una regola cardine che aiuta nella scelta dell’asciugamano è sicuramente il prezzo del prodotto, ad un prezzo basso difficilmente corrisponderà una qualità elevata e viceversa.