Come scegliere la biancheria da bagno

Asciugamani di qualità

Riconoscere un asciugamano da bagno di qualità a prima vista non è facile in negozio, figuriamoci online. Non è facile farsi un’idea prima di aver usato il suo asciugamano più volte.
Forse hai già riscontrato il problema delle lanugine dal tuo piatto doccia nella lavatrice.
Per orientarti nel bagno, ecco alcune informazioni pratiche su cui puoi fare affidamento per scegliere il tuo nuovo telo da bagno.


Come scegliere biancheria bagno


I criteri chiave per scegliere la tua biancheria da bagno

È considerato per il bagno che la densità, il peso e la finitura sono criteri essenziali di scelta. Una buona densità o “grammatura” è la garanzia di un’elevata capacità di assorbimento. Questo è quello che stai cercando a prima vista per gli asciugamani, non è vero?

La densità e il peso del tuo telo da bagno sono ottimi indicatori di qualità in termini di assorbimento. Se nonostante il tuo tappetino da bagno il tuo bagno è inondato dai tuoi piccoli bambini, opta per un tappetino da bagno più assorbente!

Anche la taglia è importante, scegli una taglia adatta all’uso che ne fai e soprattutto alla tua taglia. Un piatto doccia 70×140 cm potrebbe non essere adatto a una persona alta. Ti sentirai più a tuo agio con un telo da bagno di 90×150 o anche 100x150cm, dove potrai perfettamente appoggiarti all’uscita del bagno!

Per fare una scelta consapevole della tua biancheria da bagno, devi prima capire il processo di fabbricazione del tuo asciugamano e le finiture che può ricevere.

 

La qualità del cotone

La qualità del cotone dipende dalle fibre naturali che contiene. Questi sono quelli che danno la loro morbidezza ai tuoi teli da bagno. Più le fibre sono lunghe, più il filo è resistente e setoso. Distinguiamo quindi:

  • Cotone biologico: un cotone senza pesticidi o sostanze chimiche nella biancheria da bagno è del tutto possibile. Optare per asciugamani in cotone organico soprattutto per i bambini o le persone sensibili alle allergie.
  • Cotone egiziano: contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il contomo egiziano viene prodotto solo in Egitto, ma può essere un cotone coltivato in altri paesi, nel rispetto dei suoi standard molto precisi. La sua fibra è più lunga della media, il che la rende un cotone molto apprezzato e prezioso: pura morbidezza nelle tue mani.
  • Cardato: una semplice finitura in cotone che consiste nel rimuovere le impurità e staccare la fibra. Il cotone cardato meno lavorato è quindi meno costoso dei suoi coetanei, ma di qualità e assorbimento piuttosto apprezzabili.
  • Pettinato: è una finitura che può essere eseguita dopo la cardatura, che consiste nel mantenere solo le fibre più lunghe.
  • Honeycomb: In generale gli asciugamani a nido d’ape sono meno assorbenti dei loro amici di spugna, ma hanno il vantaggio di essere più leggeri e meno ingombranti. Ideali per il trasporto, beneficiano anche di un look più chic e raffinato.
  • Morbido cotone: questo cotone ha la particolarità di avere passanti la cui promessa è di essere molto resistente. La tecnica consiste nell’integrare un filo di rilegatura per realizzare i passanti: non sarà più possibile sfilacciare i tuoi asciugamani!