Sapete come scaricare app sicure per Android?


Sebbene Google continui a rilasciare nuovi aggiornamenti per rendere più sicuro il download di applicazioni da sorgenti esterne, il sistema operativo Android continua ad essere preso di mira da pirati informatici che inseriscono virus e malware nelle applicazioni, con l’intento di carpire dati sensibili agli utenti (spesso incauti) che accedono ai contenuti scaricabili.

La maggior parte delle volte sono gli stessi utenti a mettersi in pericolo, scaricando applicazioni al di fuori del Play Store, che viene controllato in modo da essere libero da malware; le applicazioni esterne però – i cosiddetti file APK – non sono controllate allo stesso modo e quindi quello che è uno dei punti di forza di Android diventa anche la sua maggiore debolezza. Il primo consiglio per non rimanere vittima di malware ed altri virus quindi è quello di utilizzare il Play Store per scaricare le app: nonostante alcuni recenti malware siano in grado comunque di aggirare i severi controlli di Google, il 99% delle app del Play Store è sicuro.

Se per qualche motivo c’è la necessità di scaricare app al di fuori dello store ufficiale, il consiglio è attivare Verifica App, un sistema che controlla che tutte le app scaricate siano sicure, proprio come farebbe un antivirus. Questo sistema scansiona continuamente le app e in caso di download pericoloso avvisa l’utente, che deciderà se proseguire comunque con il download (anche se nei casi più gravi il sistema blocca il contenuto in automatico).

Altri modi per evitare di scaricare contenuti dannosi è il semplice buonsenso: se una app per funzionare ha bisogno necessariamente del GPS o di leggere i contatti in rubrica, bisogna insospettirsi perché quasi sicuramente contiene un malware che (nel migliore dei casi) potrebbe spammare tutti i vostri contatti o anche inviare la vostra posizione a malintenzionati. Chi scarica molto spesso app da fonti non ufficiali dovrebbe dotarsi di un buon antivirus.

Scaricare applicazioni di dubbia provenienza è proprio come far entrare in casa propria un estraneo, lasciandogli la libertà di frugare nel vostro armadio e di parlare con la vostra famiglia. La maggioranza delle persone non ha idea di come funzioni un’applicazione e delle numerose azioni che può compiere, anche senza “farsi vedere”; alcune funzionano in background inviando i vostri dati a sconosciuti, altre possono inondare lo smartphone di spam e causarne continui riavvii, altre ancora (le più malevole) eseguono ciò per cui sono state scaricate ma nel frattempo carpiscono i dati personali.

Quindi, è consigliabile scaricare solo le app di cui si ha effettivo bisogno, controllando sempre la fonte (meglio lo store ufficiale di Android) e consentendo l’accesso a posizione, numeri e altri dati solo se motivate.