Come riconoscere uno scommettitore professionista

Molti credono che giocare le schedine delle scommesse sia qualcosa da fare a intuito o che non occorra questa grande esperienza per portare a casa qualche risultato, ma in realtà piazzare giocate con criterio e professionalità non è da tutti.

Questa è sicuramente la principale differenza tra lo scommettitore amatoriale e quello professionista, quest’ultimo gioca ogni scommessa con cognizione di causa, non si basa solo sull’intuito e sulle quote dei bookmakers ed ha una conoscenza maggiore del settore.

Lo scommettitore professionista abbatte i 5 stereotipi dello scommettitore dello sport, che vede chi piazza scommesse sportive come persone ignoranti, improvvisate, tirchie, per forza sfortunate o finte esperte.

Come riconoscere uno scommettitore professionista
Come riconoscere uno scommettitore professionista

 Come gioca le scommesse un vero esperto

Lo scommettitore professionista conosce molto bene le squadre e il campionato su cui decide di fare un investimento, non si affida alla fortuna ma analizza con cura tutte le partite su cui ha deciso di voler scommettere con l’obiettivo di pronosticare in modo corretto il risultato delle gare.

L’analisi serve a scoprire quali sono i punti deboli dei bookmakers, le cui quote, non sempre rispecchiano la realtà probabile, anzi spesso questi giocano sulla psicologia dello scommettitore per fargli credere che una squadra sia più o meno favorita rispetto ad un’altra, mentre probabilmente saranno molto equilibrate.

 Per intenderci, quando un bookmakers mette quote come 1.15 su delle squadre che lo scommettitore potrebbe conoscere meno cerca di fargli capire che sicuramente sarà quello il risultato giusto, poi, probabilmente si ci ritroverà davanti ad un altro.

Non c’è una regola precisa per spiegare come gioca le schedine uno scommettitore professionista ma la cosa certa e che accomuna i veri giocatori sono l’applicazione di una metodologia ben definita.

Infatti, ogni giocatore ha un proprio metodo personale che, anche se può somigliare ad altri metodi, avrà sempre qualcosa di diverso e unico.

Questa differenza non è improvvisazione, ma il frutto di tanti anni di gioco, di prove e di esperienza che il giocatore professionista ha acquisito anche grazie ai tanti fallimenti.

È importante adottare un metodo che potrà essere modellato nel tempo e che dovrà sempre garantire delle vincite al giocatore per evitare di avere troppe perdite e chiudere in positivo con una scadenza possibilmente regolare.

È chiaro che non bisogna affidarsi a improvvisazioni e nemmeno affidarsi al solo sistema di correggere un errore su una squadra pensando che alla partita successiva questa possa ottenere il risultato più scontata, non ci sono trucchi sul risultato esatto, non c’è niente che possa garantire il successo.

 È necessario mettere insieme il meglio di tutti i sistemi che si conoscono e sviluppare un proprio metodo di gioco per cercare di fare cassa in modo regolare e non andare sempre in perdita.

Uno scommettitore professionista non improvvisa mai, ma soprattutto gestisce adeguatamente le proprie finanze, sa quanto investire senza superare i limiti e quando è il momento di fermarsi perché consapevole del rischio che corre a piazzare delle scommesse senza la certezza di portare a casa buoni risultati.