Come organizzare un Battesimo


Il battesimo rappresenta sicuramente un evento importante per ogni bambino perché rappresenta l’inizio della sua vita cattolica. Festeggiare un battesimo in modo opportuno con le persone care è un desiderio molto comune.

Scelta del padrino e della madrina

La scelta del padrino e della madrina è fondamentale dal momento che rappresentano, se mai dovesse essere necessario, coloro che accompagneranno il bambino durante la sua vita. Questi ultimi, battezzando il piccolo, si impegnano moralmente a seguirlo passo passo, mostrando interesse e partecipazione alla sua vita quotidiana.

Colloquio e documenti necessari

Prima della funzione vera e propria prassi vuole che genitori e padrini facciano un colloquio con il parroco. In questa fase è importante consegnare una domanda riportante i dati anagrafici del bambino e un’autocertificazione firmata da padrini e madrine ove dichiarano di non essere divorziati e di aver ricevuto il sacramento della Cresima. Se la funzione non viene celebrata nella Chiesa di appartenenza, allora il parroco di residenza dovrà vidimare la richiesta. A questo punto è possibile fissare la data.

La cerimonia

Il battesimo è il primo sacramento della religione cristiana. La funzione si tiene in una Chiesa alla presenza dei padrini e dei genitori. Il momento clou della cerimonia è rappresentato dal gesto del sacerdote che versa sulla testa del piccolo l’acqua benedetta. Secondo tradizione, in questo frangente si fa indossare al neonato un vestitino bianco lungo, simbolo di purezza.

Il ricevimento

Il ricevimento generalmente segue i gusti di mamma e papà e soprattutto rispetta il budget che si ha a disposizione. Le soluzioni sono diverse. Si può optare per una festa intima in casa, oppure scegliere un ristorante, una sala trattenimenti, durante la bella stagione si può optare per un giardino. Se si desidera qualcosa di poco formale, si può optare per un agriturismo.

Scelta la location e la tipologia di pranzo/cena è importante che alla fine del pasto ci sia una torta, spumante o champagne per brindare e possibilmente dei confetti. Questi solitamente sono rosa o azzurri, in base al sesso del piccolo. Per tutto questo vi potrete affidare allo staff di Capitaleventi, che vi darà una mano nella scelta della location giusta in base alle vostre esigenze.

Bomboniere, uno sguardo alla tradizione

Secondo tradizione le bomboniere vanno fatte, ma ad oggi molti decidono di non seguire questa antica usanza. Se decidete di lasciare un ricordo agli invitati, distribuite confetti e bomboniere alla fine della festa. Anche in questo caso vi sono numerose possibilità di scelta, dall’oggetto classico al più moderno. L’unica accortezza al riguardo è la presenza di un bigliettino che riporti il nome del bambino e il giorno in avviene il battesimo.