Come effettuare una segnalazione disservizi delle città   Recently updated !


Nel corso degli ultimi anni, il rapporto tra le pubbliche amministrazioni e i cittadini, è molto cambiato perché i cittadini hanno sempre più la possibilità di riuscire a comunicare con le proprie istituzioni. In che modo? A dire il vero, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie, è possibile trovare diversi metodi con cui si può comunicare con le pubbliche amministrazioni, non solo quelle della propria città, ma anche quelle che magari incrociamo nel nostro cammino di turisti. Un altro intervento molto importante, è proprio quello della segnalazione disservizi delle città. Molte amministrazioni, infatti, si stanno organizzando in modo tale da garantire ai loro cittadini di segnalare qualunque tipo di disservizio, magari senza neanche la necessità di scaricare un’applicazione per dispositivi mobili.

 

Come segnalare i disservizi delle città al Comune

Secondo una tendenza generale che ultimamente è molto di moda tra le pubbliche amministrazioni, soprattutto locali, c’è quella di aprire sul proprio sito istituzionale una sezione in cui cittadini, in maniera interattiva, possono segnalare tutti i tipi di servizi che incontrano in giro per la città e cercano, quindi una soluzione immediata da parte dell’amministrazione comunale così da poter ottenere ciò di cui hanno bisogno in maniera rapida e indolore. Per questo motivo, la soluzione sembra davvero a portata di mano. Secondo un’altra scuola di pensiero, invece, alcune amministrazioni comunali permettono sempre la segnalazione disservizi delle città, però lo fanno attraverso l’uso di un’applicazione per dispositivi mobili che dà la stessa possibilità ai cittadini di scaricare questo dispositivo e poi procedere con la segnalazione di ciò che notano, come un disservizio. In entrambi i casi, comunque, si tratta di segnalazioni gratuite che vengono fatte solo con lo scopo di accorciare le distanze tra amministrazione e cittadinanza. Non bisogna poi dimenticare che, questo tipo di servizio, dà la possibilità di espandere anche le competenze dell’amministrazione e quelle dei cittadini, in modo tale da creare una cittadinanza attiva che fa bene ad entrambe le parti