Come e dove vengono utilizzati i grassi fluororati


I grassi fluororati vengono utilizzati in condizioni di lavoro estreme, come ad esempio in ambienti con temperature superiori ai 250 gradi Celsius oppure quando si vuole utilizzare un olio compatibile con l’ossigeno. Questi lubrificanti per alte temperature sono composti da carbonio, fluoro ed ossigeno e sono dotati di diverse proprietà a seconda del processo di polimerizzazione ai quali vengono sottoposti. L’olio base usato, da cui derivano gli altri, è il PFPE (perfluoropolietere). Ce ne sono alcuni che possono lavorare anche con agenti aggressivi ed a temperature pari a 260 gradi, tipo il 4622R Uniflor. Nel caso del 8731 ha un basso momento torcente rispetto ai Damping greases e rispetto agli altri tipi Uniflor, per questo, viene utilizzato per applicazioni differenti .

Messi a confronto questi due Uniflor sono definiti grassi con altissime prestazioni, a tal punto da venire utilizzati nei sistemi antibloccaggio (ABS). Sono in assoluto i preferiti anche in campo aerospaziale, soprattutto nei meccanismi di alta precisione e nei motori a reazione. A seconda dei casi e delle esigenze, esistono molti tipi di lubrificanti fluororati: sono per lo più ininfiammabili ed addensati con PFPE per renderli compatibili con alte temperature e con materie plastiche ed elastomeri. Alcuni sono di media viscosità.

Per le varie proprietà che ha questa tipologia di grassi, risulta perfetta per tutte le situazioni, soprattutto nel caso di aggressività chimica. Se uno di questi lubrificanti venisse posto sopra il sensore del serbatoio della benzina di un’auto, ad esempio, rallenterebbe nel tempo l’usura di questo. Grazie alle aziende che si occupano dello studio dei lubrificanti, si sono raggiunti obiettivi importanti che hanno portato ad una diminuzione dei costi per quel che riguarda la progettazione ed il conseguente miglioramento delle prestazioni dei grassi stessi.

Ciò si traduce in enormi vantaggi per le ditte che li utilizzano, non solo in termini di soldi, ma anche di impiego di tempo. Con una quantità minore del prodotto, si possono ottenere risultati sorprendenti. Corrosione ed usura vengono posti nel dimenticatoio. Questa famiglia Uniflor di lubrificanti si divide in cinque gruppi a seconda delle proprietà che hanno e del campo in cui trovano applicazione. Seguono una nomenclatura specifica sulla base della quale si riesce a capire che caratteristiche abbia quel gruppo di fluororati. Ci sono: gli Uniflor 8100, 8500, 8600, 8700 e 8900; solitamente vengono riportate in tabella: la viscosità cinematica a 40 gradi, il range termico al quale può lavorare il grasso, il punto di scorrimento e l’indice di viscosità.