Cinture uomo: tre modi per sceglierle


Come scegliere la cintura? La valutazione va oltre i gusti personali e i fattori di scelta possono essere molteplici. Ecco i tre principali: avere chiara la tipologia di prodotto che si sta cercando; esaminare l’abbigliamento a cui andrà abbinata la cintura; tenere conto dell’occasione.


Cinture uomo tre modi per sceglierle


Primo punto. Il tipo di prodotto. Se si ha bisogno di una cintura di largo consumo, i cui costi sono contenuti, la difficoltà è nulla in quanto si tratta di articoli facilmente reperibili. Il problema sorge quando si è alla ricerca di accessori meno commerciali e di qualità come le cinture artigianali.


Cinture uomo tre modi per sceglierle 1


Le cinture uomo fatte a mano hanno il vantaggio di essere esclusive. Le lavorazioni sono minuziose e ogni pezzo è unico: l’artigianalità non può realizzare prodotti standardizzati come avviene nelle grandi industrie. Un uomo attento al suo look lo sa: non è molto la firma quanto la qualità e il pregio della cintura a differenziare un outfit. E in un mercato affollato come quello delle cinture uomo, riemergono valori come l’handmade e il made in Italy, peculiarità di un articolo ricercato, nonché di un look distintivo.


Cinture uomo tre modi per sceglierle 2


Secondo punto. L’abbigliamento. Che si tratti di uno stile classico o casual, si hanno diverse possibilità di abbinare la cintura.
Nel primo caso la scelta va dalle cinture uomo classiche a quelle eleganti, fino alle linee luxury. Le classiche, generalmente in pelle, sono tali perché facili da accostare a qualsiasi abbigliamento grazie anche ai loro colori neutri come il nero e il beige. Le cinture uomo eleganti sono rigorosamente in pelle liscia lucida oppure opaca, dalle tonalità scure e con fibbia discreta. I modelli luxury, infine, rientrano in entrambe: il loro valore è dato dalle pregiate pelli esotiche che denotano uno stile singolare e apportano un tocco glam.
Le cinture uomo intrecciate sono quelle che interpretano meglio l’abbigliamento casual: senza fori e realizzate con materiale elastico, rispecchiano la comodità di un look libero. Anche tessuti come il jeans, il cuoio e il camoscio rivestono appieno il loro ruolo all’interno di uno stile sportivo.


Cinture uomo tre modi per sceglierle 3


Ultimo punto. L’occasione. Escludendo l’abbigliamento destinato alla cerimonia, altre situazioni non hanno un dress code rigido per quanto riguarda le cinture da uomo. Basta affidarsi al buon senso evitando errori nell’accostare accessori dichiaratamente casual a una mise elegante e viceversa.
Per la cerimonia, dicevamo, il discorso è più lungo. In questa occasione l’eleganza è d’obbligo. Ma come riconoscere una cintura elegante? Innanzitutto dall’altezza che può variare da due a tre centimetri, senza mai superarli. La fibbia invece deve essere squadrata e sottile, di una tonalità metallo. Le cuciture sono discrete o addirittura assenti.

Un appunto per concludere: la fibbia della cintura, di qualunque tipologia, va chiusa al terzo foro, senza lasciare troppo tessuto dopo il punto di allacciatura. È bene quindi accorciarla quando necessario.

Dove trovare cinture artigianali per ogni look?

Su www.brucleshop.com le cinture sono tutte contraddistinte dall’utilizzo di materiali pregiati e dalle lavorazioni esclusive del Made in Italy. Per tutti i gusti e le occasioni, dalle casual alle Luxury, le cinture uomo Brucle sono facilmente accorciabili, per un’esperienza d’uso ottimale.

Continua a restare aggiornato su consigli di stile e promozioni attraverso la pagina Facebook Brucle e, se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social!