Cinture uomo e papillon, come si indossano?


Cintura e papillon, due accessori un unico aggettivo: intramontabili. E quando arriva il periodo delle cerimonie anche indispensabili. Ma, nonostante la loro presenza incomba nel guardaroba maschile, c’è un dubbio che almeno una volta ha sfiorato il pensiero dei più: qual è il modo giusto di indossarli? Una domanda in apparenza banale, ma che spesso non trova una risposta corretta.

Iniziando dall’accessorio best seller di tutti i tempi, la cintura, scopriamo quali sono le regole base per non intoppare in imbarazzanti cadute di stile.

Le cinture uomo risalgono all’età del bronzo. Proprio alle loro remote origini era legata l’usanza di allacciarle con la lingua oltre la fibbia sulla destra: quest’ultima infatti non doveva intralciare l’uomo durante l’estrazione della spada, portata sul fianco sinistro e tirata fuori con la mano destra. Ma l’evoluzione, non solo della moda, ci ha liberato da schemi: il contrario è ormai consuetudine. Fibbia verso destra e lingua della cintura a sinistra. In ogni caso ogni cintura ha all’interno, sul retro, il proprio brand; attenersi al suo verso è il modo più semplice per indossarla correttamente. Dal problema “direzione” a quello “misura”: come si allaccia e qual è la taglia giusta? Dalla S alla XXL, ogni dimensione corrisponde a un girovita. In ogni caso, la regola vuole che la cintura sia agganciata sempre al terzo buco. È preferibile scegliere una taglia in più e accorciarla. Per ovviare al problema, Brucle ha realizzato un sistema di chiusura alternativo: ogni modello della collezione cinture uomo ha fibbia slegata, con girella facile da svitare per accorciare la cintura in maniera autonoma e in modo molto semplice, senza segnare la pelle. Questo per le tradizionali. Le cinture elastiche e quelle intrecciate risolvono invece il problema a monte; non avendo fori, lasciano la libertà di bloccare la cintura a qualsiasi lunghezza.

Più giovane della cintura invece è il papillon. Oggi tra gli accessori più amati dai giovani, viene preferito anche nella quotidianità con abiti casual e non formali. Ma attenzione alle occasioni importanti!





Il papillon cerimonia deve essere indossato nel rispetto di alcune semplici regole di stile. Prima: il colletto della camicia non deve essere grande, le punte non devono spuntare da sotto il papillon. Seconda: è importante colmare il vuoto tra i revers della giacca. Rispetto alla cravatta un papillon da cerimonia occupa meno spazio; è ideale per cui optare per la scelta del tre pezzi con il gilet, oppure per una giacca con abbottonatura più alta. Terza: con abiti molto eleganti come frac o smoking mai utilizzare fantasie. Si può osare con un papillon bianco nel primo caso, rigorosamente nero invece con lo smoking. Infine, lo stile. In occasione di una cerimonia è sempre preferibile un design elegante e pulito, lasciando spazio però anche alle fantasie. La cosa importante è che il disegno della camicia e quello del papillon non siano in contrasto: il risultato finale deve essere sempre armonioso. Brucle dedica un’intera collezione ai papillon da cerimonia, in seta, fatti a mano in Italia, anche abbinati alle bretelle come alternativa alla cintura.

Anche gli accessori da uomo hanno regole da seguire, rispettarle conduce all’eleganza in ogni occasione. Il resto è questione di gusti. Per tutti i consigli di stile su cinture, papillon, bretelle, cravatte e tutti gli accessori di piccola pelletteria, visita l’area press Brucle su www.brucleshop.com/it/areapress.