Che differenza c’è tra ERP e software gestionali?


Credits: marcusmarques.com.br

Avere tutto sott’occhio

Immaginate un chef nella sua cucina: intorno a lui ci sono molti piani di lavoro, ognuno facilmente raggiungibile per tenere sott’occhio tutte le preparazioni in corso. Lì ci sono i fornelli a gas, là sotto le pentole, a lato ci sono i forni, qui c’è la planetaria, lì ci sono i taglieri e tutti gli strumenti sono a portata di mano. Immaginate adesso lo stesso chef, in una cucina divisa da molte porte, ognuna delle quali cela un diverso strumento: nella prima stanza i forni, nell’altra i coltelli, nell’altra ancora i robot da cucina. Come potrebbe fare quel povero cuoco a presentare un pasto da cinque portate senza impazzire e dare fuoco al proprio grembiule per la frustrazione? Ecco, questa, più o meno, è la differenza che intercorre tra un gestionale ERP e i classici software gestionali.

Dai classici software al gestionale ERP

Un gestionale ERP (Enterprise Resource Planning) permette un livello di interazione massimo tra tutti i processi aziendali. Se infatti i classici software tendono a raccogliere e quindi a consuntivare le informazioni nelle diverse aree di gestione, un ERP è una piattaforma gestionale integrata, che permette di governare al meglio tutti i flussi organizzativi di un’azienda. Questo significa che tutti i processi possono essere tracciati, monitorati e quindi amministrati attraverso un unico strumento di lavoro. Oltre a tutto questo, un gestionale ERP, sulla base dei dati a disposizione, è anche in grado di proporre azioni tempestive, come per esempio cosa acquistare e da quale fornitore.

I vantaggi di uno strumento di Business Intelligence integrato

Se dunque i classici pacchetti di software per la gestione aziendale erano sufficienti in un mercato in cui la percentuale più importante del costo era rappresentata dalle materie prime, oggi, in cui i costi del lavoro e dell’organizzazione sono quanto mai primari, i processi organizzativi vanno ottimizzati al meglio. Per fare questo, la presenza di un sistema informatico in grado di eliminare all’origine gli sprechi e gli errori è fondamentale. Grazie ad un gestionale ERP, l’organizzazione non è più frammentata in diversi compartimenti stagni, ma si presenta al contrario come un flusso continuo di informazioni atte a coordinare al meglio tutti i processi decisionali interni ad un’impresa. Va inoltre aggiunto che, con questi sistemi di Business Intelligence, si possono contare anche dei benefici indiretti: l’automazione e la standardizzazione che essi permettono, infatti, portano ad una possibile riduzione dell’hardware aziendale, oltre che ad una minore circolazione cartacea in azienda. E quest’ultimo aspetto, nell’era della digitalizzazione totale, non va assolutamente sottovalutato.

Articolo scritto in collaborazione con ERP Visual