Cena aziendale e detrazioni: come regolarsi


Nei periodi di Natale o prima delle vacanze estive, le aziende, soprattutto quelle di medio-grandi dimensioni, sono solite organizzare una cena aziendale, per rafforzare lo spirito di team building tra i dipendenti e consolidare i rapporti con i propri clienti e partner. Le cene aziendali Milano sono una consuetudine ormai radicata su cui le imprese puntano con decisione per favorire l’affezione alla realtà societaria.Gli eventi sono di norma affidati a un service esterno e hanno un costo piuttosto sostanzioso  che deve essere registrato nel bilancio di esercizio. In che modo?

Cene aziendali con dipendenti e clienti

Nel caso in cui all’evento partecipino, oltre ai dipendenti della società, anche clienti e/o personalità del pubblico, la cena dovrà essere registrata come voce inserita in “oneri di rappresentanza”. In tal caso, è prevista una deducibilità pari al 75% dei costi totali, fino a un limite massimo direttamente correlato ai ricavi della sua gestione caratteristica (ovvero la differenza fra ricavi e costi). In particolare, la detrazione sulla dichiarazione dei redditi sarà pari a 1,3% dei ricavi, fino a 10 milioni di euro e allo 0,5% sulla quota eccedente i 10 milioni e fino a 50 milioni di euro; sarà pari allo 0,1% sulle quote eccedenti i 50 milioni di euro.

Cene aziendali con i soli dipendenti

Nel caso in cui la cena aziendale sia rivolta ai soli dipendenti della società, i costi sul bilancio saranno annotati alla voce “consolidamento dei rapporti umani fra il personale dell’azienda”. In tal caso, la detrazione prevista è pari al 5 per mille dei costi totali.

Non tutte le aziende possono dedurre i costi

Le imprese possono adottare due metodi differenti per determinare la base imponibile IRAP: il metodo da bilancio e il metodo fiscale. Le spese relative a cene aziendali, buffet ed eventuali pernottamenti, in relazione all’imponibile IRAP, sono deducibili solo da parte di quelle imprese che adottano il primo metodo. In nessun caso, invece, è possibile dedurre l’IVA.