Cellule staminali: classificazione e caratteristiche

A cura di: Ufficio stampa Sorgente

Da sempre le cellule staminali destano interesse in campo terapeutico e molto spesso ne sentiamo parlare attraverso i principali mezzi di comunicazione: radio, televisione, giornali, web.

Di conseguenza, è normale chiedersi che cosa siano le cellule staminali e perché sono così importanti in medicina.

Cellule staminali: classificazione e caratteristiche
Cellule staminali: classificazione e caratteristiche

Innanzitutto, le cellule staminali sono particolari cellule che hanno tre tratti distintivi:

  • sono prive di un’identità funzionale prestabilita, e quindi sono indifferenziate;
  • possono autorinnovarsi, ossia replicarsi e originare altre cellule staminali;
  • possono dar vita a tutte le cellule presenti in una persona adulta1.

In base alle capacità differenziative distinguiamo:

  • staminali totipotenti, che sono in grado di originare tutte le cellule di un individuo, comprese le cellule di tessuti extraembrionali (es. placenta);
  • staminali pluripotenti, che sono capaci di generare tutte le cellule di una persona, ad eccezione delle cellule di cui sono costituiti gli annessi extraembrionali;
  • staminali multipotenti, che danno vita a vari tipi di cellule ma con una sola determinata funzione; ad esempio, le cellule ematopoietiche sono cellule staminali del sangue capaci di originare tutte le cellule ematiche ma non quelle cerebrali.

Un’altra classificazione delle cellule staminali le suddivide in base alla zona corporea in cui originano:

  • staminali embrionali, si trovano nell’embrione e sono pluripotenti2. Sono oggetto di discussione dal punto di vista etico poiché, per il loro prelievo, si deve distruggere l’embrione;
  • staminali cordonali ombelicali, si trovano nel sangue del cordone ombelicale e il loro prelievo è indolore e sicuro per mamma e bimbo. Non ci sono implicazioni morali per quanto riguarda il loro uso, a differenza delle staminali embrionali;
  • staminali adulte, si trovano in tutti gli organi e tessuti di una persona adulta. Clinicamente le staminali ematopoietiche, che generano tutte le cellule ematiche, e le staminali mesenchimali, che generano più tipi di cellule, come quelle dell’adipe e delle cartilagini, sono le cellule staminali adulte più importanti da utilizzare3.

Essendo capaci di originare, potenzialmente, ogni tessuto e ogni organo di una persona, le staminali rappresentano un patrimonio biologico che deve essere tutelato e di cui si dovrebbe limitare lo spreco, evitando lo scarto continuo di cordoni ombelicali.

Per maggiori informazioni: Sorgente.com

Fonti:

  1. Thomson, J.A., et al., Embryonic stem cell lines derived from human blastocysts. Science, 1998. 282(5391): p. 1145-7.
  2. Menendez, P., et al., Human embryonic stem cells: potential tool for achieving immunotolerance? Stem Cell Rev, 2005. 1(2): p. 151-8.
  3. Ikada, Y., Challenges in tissue engineering. J R Soc Interface, 2006. 3(10): p. 589-601.

Lascia un commento