Cedere online le fatture: il servizio di Workinvoice


Leader in Italia nei servizi di invoice trading, la piattaforma Workinvoice, nata grazie all’idea di Matteo Tarroni, propone alle piccole e medie imprese l’opportunità di cedere le fatture in cambio di liquidità prontamente disponibile.

WorkInvoice

 

L’idea vincente di Matteo Tarroni per le PMI: Workinvoice

Le piccole e medie imprese, a causa del prolungamento dei tempi di saldo delle fatture, sono sempre più in difficoltà. La crisi economica e la conseguente stretta creditizia operata dagli istituti di credito ha privato infatti molte aziende della liquidità necessaria per continuare a operare. Nata nel 2013 sull’onda del successo dei servizi di invoice trading, già diffusi all’estero, Workinvoice propone, attraverso la piattaforma ideata dal CEO Matteo Tarroni, una soluzione veloce ed efficace mediante la cessione dei crediti commerciali in cambio di liquidità. Workinvoice, così come affermato dallo stesso Matteo Tarroni, si propone come un marketplace dove è possibile convogliare i flussi di risparmio in maniera diretta dagli investitori istituzionali e privati alle piccole imprese. Leader nel comparto Fintech in Italia, la piattaforma consente la cessione, completamente online, delle proprie fatture nella forma pro-soluto attraverso due passaggi principali: il primo prevede un’asta, a cui fa seguito il pagamento del 90% della fattura al cedente, seller, mentre nel secondo, una volta che il debitore avrà saldato la fattura, verrà eseguito il versamento del restante 10%. Grazie alla velocità e affidabilità del servizio di Workinvoice, la piattaforma ha sino ad oggi visto transitare circa 70 milioni di euro in fatture, inserita nel contempo all’interno dell’importante benchmark di riferimento di settore, l’AltFi Volume Index Continental.

 

Le esperienze professionali di Matteo Tarroni prima di Workinvoice

Fondamentale per la fondazione di Workinvoice è stata la lunga esperienza acquisita da Matteo Tarroni in più di venti anni di carriera nel settore bancario e degli investimenti. Un percorso che Matteo Tarroni ha in comune con i soci, Ettore Decio e Fabio Bologni, e ha iniziato dopo la laurea in Economia, conseguita presso l’Università Bocconi di Milano, all’interno di Mediobanca, società con quale ha collaborato per oltre 10 anni, attivo come Responsabile Debt Capital Market Origination. Direttore di Merrill Lynch Global Capital Markets and Financing dal 2003, tre anni più tardi passa a Bank of America Merrill Lynch Global Wealth Management dove svolge l’incarico di Senior VP. Investment Partner per Credit Suisse dal 2010, l’anno seguente Matteo Tarroni è nominato Amministratore Delegato per la società di consulenza strategica in investimenti a enti istituzionali e grandi imprese Todah Partners. Nel 2013 infine nasce l’idea di mettere a frutto le proprie competenze rendendo fruibile, per la prima volta, alle PMI italiane un servizio di finanziamento alternativo a quello bancario con Workinvoice.