CEAPP scoperte rovine romane durante i lavori della linea C della metro di Roma


Nel corso dei lavori di scavo della Linea C della metropolitana di Roma sono state riportate alla luce splendide rovine romane

CEAPP scoperte rovine romane durante i lavori della linea C della metro di Roma

La Costruzioni Edili Appalti Pubblici e Privati s.r.l. (in breve CEAPP s.r.l.) svolge attività di costruzione di edifici civili, di abitazioni, gestisce appalti chiavi in mano con realizzazione di tutti gli impianti idrici, termici, sanitari, elettrici, di sollevamento (ascensori) e fognari. Realizza, inoltre, ed effettua manutenzioni di strade compresa la segnaletica e le relative pertinenze. Realizza discariche per rifiuti inerti e urbani di cui effettua sia la manutenzione ordinaria che quella straordinaria a cui vanno ad aggiungersi opere di urbanizzazione e bonifica.

La CEAPP è impegnata, tra le altre cose, nei lavori della nuova Linea C della Metropolitana di Roma concepita per collegare il quadrante est con il quadrante nord-ovest della città di Roma. Particolarità della linea, oltre alle tecnologie all’avanguardia e ad un elevatissimo livello di sicurezza sia per gli operatori che per i passeggeri, è che i convogli sono i primi a Roma ad essere senza conducente. Una volta completata l’opera sarà possibile avere una vera e propria rete integrata del Trasporto Pubblico che renderà molto più agevole l’utilizzo di mezzi pubblici, anche in zone che prima non erano perfettamente collegate.

Durante uno dei nostri lavori di scavo abbiamo scoperto delle rovine romane di un acquedotto, di alcuni negozi e di una strada. Si tratta di rovine in ottimo stato che davano la percezione si quanto fervesse l’attività dell’epoca e di quanto evoluta fosse la civiltà romana. Tale cultura restò in vita per tutta la storia della Roma antica, coprendo un arco di storia di circa 1200 anni che va dalla Repubblica Romana fono ad arrivare all’Impero Romano che al suo apice raggiungeva Scozia e Marocco. La cultura romana per la sua ampia influenza sia in ambito geografico sia per il suo percorso ricco di eventi che hanno cambiato la storia ha lasciato, dopo la caduta dell’Impero romano, un’eredità culturale e di costume che sopravvive anche oggi.

Sul sito di Aldo Ludovisi troverete le foto del ritrovamento.