Carta da ufficio


La carta da ufficio idonea

Ogni realtà lavorativa ha bisogno della sua carta specifica per poter espletare qualsiasi operazione ed ottenere un risultato ottimale.
Nei negozi fisici ed i quelli virtuali si possono reperire articoli di ogni genere sia per arredare gli ambienti lavorativi e sia per munirli di ogni prodotto di cancelleria che serva agli operatori.
La carta da ufficio è uno dei prodotti più utilizzati perché dedicati esplicitamente al mondo delle stampante e delle fotocopie.
I fogli si vendono in risme o in blocchi e mentre le risme contengono 250 elementi, i blocchi ne contengono circa 2500 e sono utili per quelle realtà aziendali dove l’uso delle fotocopie e frequente sia per uso temporaneo che per archivio.
Le strutture ricettive e quelle ospedaliere acquistano i blocchi invece che le risme perché sono convenienti e non si corre il rischio di rimanerne senza.
Alcuni siti di prodotti da uffici applicano sconti notevoli a quegli utenti che acquistano in grandi quantità ed offrono promozioni su carta per fotocopiatrici e carta da stampare.

La grammatura dei fogli

La grammatura di ogni foglio di carta da ufficio è molto importante per individuare quale sia la tipologia adatta a quel contesto lavorativo.
Il formato A3 e A4 è quello più utilizzato e mentre l’A4 è composto da un foglio idoneo a fotocopiare o a stampare per uso pubblico o da archivio, l’A3 è composto da due fogli della stessa grandezza dell’A4 e uniti nel senso della lunghezza.
La carta A4 è ottima per inkjiet e per laser ma sui siti si trovano anche altri tipi di carta da ufficio più economica e di altre grammature.
I fogli più utilizzati rimangono sempre quelli formato A4 con grammatura 80gr/mq e sono idonei a qualsiasi marca di stampante e fotocopiatrice.
Esistono fogli con grammatura inferiore destinati a quegli uffici dove si effettuano stampano libri di un certo volume che richiedono una carta più leggera e la carta bibbia è l’ideale.
Ci sono altre realtà industriali al contrario, che richiedono fogli di spessore maggiore come la carta da ufficio satinata, lucida o patinata che è l’ideale per gli uffici pubblicitari dove si stampano opuscoli, biglietti da visita e volantini che devono necessariamente avere una polverosità ottimale per permettere all’inchiostro di aderire bene al foglio.
Queste stampe vengono effettuate con sistema digitale e la qualità della carta deve essere rigorosamente eccellente altrimenti, c’è il rischio che i colori sbiadiscano per l’esposizione all’irraggiamento solare

Carta da ufficio riciclata

Chi ama il mondo ecosostenibile utilizza la carta riciclata che proviene dal ripristino di altro materiale cartaceo.
L’uso di questa carta dovrebbe essere continuo perché aiuta a sostenere l’ambiente che ci circonda ma non sempre è possibile utilizzarla perché lo svantaggio di questi fogli è quello di non mostrarsi candidi e bianchi come il classico folio A4.
Chi non conosce la carta riciclata potrebbe avere una cattiva immagine aziendale e magari, pensare che la carta sia datata.
Per questo motivo la carta riciclata viene messa in second’ordine e si utilizza davvero poco anche perché non è adatta per la presentazione di documenti formali.
E’ utile in quelle strutture dove ci sono frequenti operazioni di stampaggio e dove le fotocopie non richiedono l’archiviazione.
I siti di vendita di prodotti da ufficio propongono risme e blocchi di carta da ufficio di tutte le qualità e di ogni grammatura.