Carrelli medicali, come sceglierli e dove rifornirsene


Le attrezzature e i dispositivi tecnologici che si possono incontrare presso le strutture deputate alla salute e alla cura della persona sono numerose e molto diverse tra loro, non solo in termini di specifiche di funzionamento ma anche per quanto aspetti decisamente più pragmatici: peso e dimensioni.

Questi oggetti devono poter essere collocati in tutta sicurezza su scaffali, tavoli e altri ripiani, ma talvolta occorre anche che siano disponibili “in movimento”: ed è proprio qui che entrano in gioco i carrelli medici. Questi dispositivi muniti di Carrello medico ITDruote sono in genere dotati di svariati livelli di appoggio e, al tempo stesso, sono realizzati con materiali robusti e facilmente sanificabili. Ma come scegliere il modello o i modelli che fanno davvero al caso proprio?

La scelta di un carrello medicale si basa sulla valutazione delle esigenze pratiche che esso dovrà andare a soddisfare. Ad esempio in alcuni casi è necessario privilegiare modelli costituiti da un numero limitato di ripiani ma che, nondimeno, siano in grado di sopportare carichi elevati, mentre in altre situazioni è possibile che siano necessarie portate complessive inferiori a fronte di un maggior numero e articolazione dei livelli.

Sul sito dell’azienda parmigiana N.O.R.I.S. sono presenti carrelli medicali prodotti da ITD, azienda tedesca leader a livello internazionale che con le sue linee Pro-Cart, Uni-Cart, Vexio-Cart, Classic-Cart e Compact-Cart è riuscita a risolvere ogni esigenza da parte dei professionisti del settore.

I carrelli ITD proposti da N.O.R.I.S. possono essere configurati a piacimento e personalizzati con la presenza di bracci regolabili accessori che garantiscono un’usabilità e una praticità ancor maggiori.