Boccole autolubrificanti o sinterizzate: componenti essenziali per i macchinari agricoli


Chi lavora nel settore dell’agricoltura, e in particolare con macchinari agricoli, di certo avrà sentito parlare delle boccole. Le boccole sono delle forniture industriali che, tra le altre cose, possono essere utilizzate come componenti di macchine agricole. Per macchine agricole intendiamo macchinari utilizzati in ambito, per l’appunto, agricolo che possono essere fisse, semoventi o trainate da trattori. Le boccole hanno lo scopo di impedire che due parti a contatto tra loro ruotino liberamente, perciò sono di fondamentale importanza.

Un esempio di macchina agricola fissa è quello dell’essicatoio, mentre una buona rappresentante delle macchine semoventi è la mietitrebbiatrice. Proprio perché non tutti i macchinari sono uguali anche le boccole che andranno impiegate come componenti sono di vario tipo a seconda della macchina a cui sono destinate.

Per quanto riguarda le macchine agricole abbiamo la possibilità di utilizzare principalmente quattro tipi di boccole, ovvero le boccole autolubrificanti, rilubrificabili, in ferro e in bronzo sinterizzato.

Cominciamo con le boccole autolubrificanti, chiamate anche “cuscinetti a secco”; questo tipo di boccola è molto resistente, e dispone di un rivestimento esterno in rame che funge da protezione. E’ una boccola che si monta con facilità, è poco soggetta all’usura e striscia rapidamente, e inoltre subisce poco il fenomeno dello stick-slip. Un’altra delle qualità della boccola autolubrificante consiste nel fatto che assorbe poco l’olio e resiste all’azione dei materiali chimici.

Le boccole rilubrificabili grazie al materiale di cui sono composte richiedono una bassa manutenzione e proprio per questo e perché reggono bene agli urti possono essere utilizzate in macchinari che vanno a lavorare in condizioni poco agevoli.

Veniamo ora alle boccole in bronzo sinterizzato e ferro sinterizzato, che possono essere cilindriche e flangiate. La sinterizzazione è un trattamento termico che trasforma materiali in polvere in materiali indivisibili e quindi sintetizzati. Anche queste boccole strisciano velocemente, e hanno costi contenuti. Specialmente quelle in ferro sono ideali per i macchinari che hanno poco carico ma un gran numero di giri.

Tra le aziende italiane specializzate nella realizzazione di questo tipo di forniture troviamo ITS Italia, azienda con sede a Santa Giustina in Colle in provincia di Padova, che di recente ha aperto uno stabilimento anche a Shanghai in Cina.

ITS Italia Spa ha conosciuto un rapido sviluppo soprattutto grazie alle competenze del suo team, abile sia a livello tecnico che in termini di collaborazione con il cliente. La capacità di studiare i prodotti in modo da fornire soluzioni personalizzate ha giocato a favore di ITS, che con il tempo è arrivata a distinguersi anche al di là dei confini europei.

Per chi lavora in questo settore è necessario selezionare le fabbriche migliori al fine di garantire un prodotto finale di ottima qualità ad un prezzo adeguato. D’altro canto è bene che anche chi lavora nel settore agricolo sia a conoscenza di questi dettagli sulle boccole, poiché nel momento in cui avrà la necessità di rifornirsi saprà orientarsi e scegliere con cognizione di causa la soluzione migliore per il suo macchinario.

Maggiori Dettagli

Articolo a cura di Sara Mazzucato
Prima posizione Srl