Biancheria per la camera da letto: tipologie e misure

La biancheria da letto è un elemento fondamentale della tua camera: può personalizzarla e cambiarle volto e – se di ottima fattura – influisce notevolmente sulla qualità e buona igiene del tuo sonno.
Qualità fa rima anche con praticità, non solo letteralmente: la biancheria da letto moderna è molto più pratica, grazie a utili accorgimenti quali gli angoli elastici dei lenzuolo coprimaterasso o i bottoni sulle federe, che assicurano una migliore aderenza rispettivamente al materasso e al cuscino, nonché una maggiore comodità nel rifare il letto.
La biancheria da letto ideale è quella che offre il giusto grado di calore durante la notte e in tutti i momenti del giorno in cui si vuole riposare.
Individuare la biancheria e il corredo letto, che comprende varie tipologie di formati, è facile e non lascia che l’imbarazzo della scelta: sono disponibili svariati materiali e colori, che valorizzano ogni tipo di arredamento.


Biancheria per la camera da letto: tipologie e misure
Biancheria per la camera da letto: tipologie e misure

QUANTI E QUALI SONO LE TIPOLOGIE DI BIANCHERIA DA LETTO?

Il lenzuolo, o set letto, può essere fatto con filati vari, tra i materiali più diffusi troviamo ad esempio il lino, il cotone o la flanella. Un set letto completo include generalmente il lenzuola sopra, quello sotto (spesso dotato di angoli e conosciuto anche come coprimaterasso) e la/le federa/e che vi si abbina.
La biancheria da letto comprende anche tutti quegli elementi che aiutano a regolare la temperatura, come ad esempio coperte in lana oppure pile, oppure per l’inizio dell’autunno, trapunte che siano di materiali leggeri e di facile manutenzione, perfette per le prime notti più fresche.
E quando arriva l’inverno? Per combattere il freddo ecco che arrivano soffici piumini, spesso disponibili nella versione 4 stagioni oppure con imbottitura graduata. Il piumino è spesso coperto (e venduto con) il copripiumino a sacco, una soluzione estremamente pratica che spesso elimina il bisogno di altre lenzuola da sopra, in quanto le sostituisce.
E per chi è davvero freddoloso? Per un caldissimo riposo più si può inoltre aggiungere uno scaldasonno, spesso di tipo elettrico.




 

QUALI SONO I FORMATI DI BIANCHERIA DA LETTO?

Esistono diverse tipologie di biancheria da letto, le cui dimensioni variano e sono studiate per materassi dalle misure standard. Vediamo le differenze tra letti singoli, matrimoniali oppure una piazza e mezza, e la sua variante “alla francese”.
Se possiedi un materasso che misura da 90×200 centimetri, si tratta di un singolo e la misura che della biancheria da letto adatta è compresa da 140×200 centimetri.
Se disponi di un materasso di misura compresa tra 1,80 m a 2 metri dovrai acquistare biancheria da letto di tipo matrimoniale, le cui dimensioni possono essere comprese tra 2,4 e 2,6 metri.
Sempre più diffusa nelle case moderne, la misura intermedia tra i due materassi è nota come “piazza e mezza” e misura 120×200 centimetri, per la quale serve biancheria da letto di 200 centimetri, sia per il lato lungo sia per quello largo. Esiste una leggera variazione sulla tipologia di materasso a una piazza e mezza, il materasso alla francese, che ha una misura di poco più grande, 140×200 centimetri, la cui biancheria è anch’essa un quadrato di 220 centimetri di larghezza e di lunghezza.

Non variano invece le federe, solitamente acquistabili nel formato 50×80 o 51×71 centimetri. In conclusione, se cerchi la nuova biancheria per la camera da letto, meglio accertarti delle misure del tuo letto, così da risparmiare tempo e scegliere la biancheria perfetta per le tue esigenze.