Banco dei Pegni perché sono stati sostituiti dai Compro oro

Gli operatori compro oro nei primi anni del 2000 si sono quadruplicati ed in pochi anni hanno sostituito il banco dei pegni, in un periodo in cui il valore dell’oro stesso volava altissimo raggiungendo nel 2011 il suo massimo storico a 1900 dollari l’oncia, a causa della convergenza negativa della crisi economica che ha attanagliato non certo solo l’Italia.


Banco dei Pegni perché sono stati sostituiti dai Compro oro
Banco dei Pegni perché sono stati sostituiti dai Compro oro

Prima di questi operatori che fanno dell’acquisto di oro usato la loro attività primaria le persone che volevano monetizzare gioielli e preziosi erano costretti a recarsi al banco dei pegni, dove in cambio di un prestito ottenevano solo una parte del valore reale dell’oggetto, in questo modo accadeva molto spesso che l’oro ed i preziosi dati in pegno diventavano di proprietà del banco dei pegni per l’impossibilità da parte delle persone di poter riscattare l’oggetto.

La grande diffusione dei compro oro alimentata dal grande giro di affari del commercio dell’oro usato dei primi anni ha portato ad un livello di concorrenza altissima tra gli operatori del settore, progressivamente per accaparrarsi l’oro usato in circolazione gli operatori compro oro hanno progressivamente alzato i prezzi di acquisto arrivando a pagare cifre molto vicine al costo reale dell’oro.

Oggi il prezzo al quale si può vendere il proprio oro usato è molto più vicino al prezzo dell’oro nuovo rispetto a qualche anno fa quando la diffusione delle attività di questo genere era molto più limitata e i pochi compro oro presenti sul mercato riuscivano ad ottenere margini maggiori, l’oro che viene acquistato viene poi rivenduto ai banchi metallo che si occupano delle fasi di fusione e lavorazione che riportano l’oro allo stato puro ricreando i classici lingotti che vengano successivamente rimessi sul mercato per l’industria o direttamente come bene d’investimento.

Nonostante tutto l’oro rimane uno dei pochi beni che una volta acquistato riesce a mantenere buona parte del suo valore se non aumentarlo, contrariamente alla maggioranza di altri beni, addirittura chi si ritrovasse oggi oggetti o gioielli in oro acquistati dieci anni fa oggi rivendendolo otterrebbe un guadagno importante anche rivendendolo come oro usato a causa dell’alto prezzo che la quotazione dell’oro ha raggiunto negli ultimi anni, un guadagno quasi impossibile da ottenere con l’acquisto di altri beni che vengano deprezzati fin dal momento dell’acquisto.