Avete analizzato lo stato della supply chain aziendale?


L’obiettivo di qualsiasi imprenditore è quello di far crescere il proprio business attraverso l’incremento del numero di clienti, delle transazioni, e, alla fine, dei margini di profitto. Le aziende leader di settore monitorano e modificano continuamente la propria supply chain, imponendo cambiamenti organizzativi, logistici e tecnologici all’intera filiera.

Prima di porre l’attenzione a come è possibile migliorare i processi della supply chain, è necessario farsi alcune domande riguardo la gestione della vostra catena di fornitura.

Il primo passo è quello di valutare come la vostra azienda collabora e comunica con i partner commerciali.

Alcuni quesiti che aiutano a fare chiarezza sono i seguenti:

  • State ottenendo il massimo dai nostri partner strategici nella catena di fornitura?
  • State utilizzando la tecnologia giusta nel modo più efficace possibile?
  • Chi può aiutarvi a migliorare l’attuale processo di catena di approvvigionamento?

L’autovalutazione aiuta a capire meglio “dove siamo ora”, come possiamo arrivare e dove vogliamo essere all’interno del mercato di riferimento.

Che tu sia il responsabile di una azienda che produce beni di largo consumo, l’amministratore delegato di una azienda automotive supplier, o l’operation manager di una impresa che produce alimenti, la tua organizzazione può sempre prendere spunto dalle strategie adottate dai grandi player mondiali.

Analizziamo assieme altri aspetti:

  • Avete disegnato la value stream map dei vostri processi?
  • Cosa dovreste fare per migliorare la risposta alle diverse richieste del business?
  • E quali sono i cambiamenti che potreste introdurre per ridurre i lead time?
  • E quali per ridurre i costi e aumentare la qualità complessiva?
  • La vostra organizzazione ha una road map per l’inserimento di nuove tecnologie?

Le organizzazioni che utilizzano servizi di integrazione B2B hanno ottenuto un innalzamento delle performance generali ed una riduzione dei costi complessivi della supply chain, grazie ad importanti investimenti nella digitalizzazione dei processi. Quali sono quindi le resistenze al cambiamento?

  • Non avete competenze interne per testare innovazioni tecnologiche?
  • Ci sono lacune nei processi della vostra organizzazione che non sapete rimuovere?
  • Volete evitare investimenti ed immobilizzazioni di risorse?
  • Vedete l’evoluzione tecnologica come un potenziale rischio di cadere in un lock-in?
  • Siete troppo impegnati dalla gestione quotidiana e non potete dedicare risorse a nuovi progetti?

Un Business Process Outsourcer può migliorare la vostra capacità di intraprendere, di cambiare i processi, di superare i vincoli organizzativi, di definire, misurare e rispettare indicatori chiave di performance per l’organizzazione.

Alcuni spunti per pianificare le prossime azioni:

  • La vostra catena di approvvigionamento supera l’efficienza di quella della concorrenza? In quali aree potete migliorare?
  • La vostra organizzazione usa metriche per analizzare la supply chain? Potete quantificare e monitorare questi parametri?
  • Vi rivolgereste a un provider esterno di servizi per digitalizzare i vostri processi?
  • Come potete migliorare le operazioni di business e la vostra capacità di integrazione con i fornitori?

La tecnologia si muove molto veloce. Tramite le piattaforme di Business Collaborativo le aziende si garantiscono la possibilità di adattamento, piuttosto che di reazione. Conoscere le tendenze future significa misurare e prevedere ciò che potrebbe accadere nel prossimo futuro all’interno del vostro settore e come tali tendenze impattino sull’azienda.

dEDIcated è una piattaforma di digitalizzazione che supporta le aziende con l’obiettivo di renderle sempre più competitive sul mercato.

L’integrazione B2B di dEDIcated può migliorare i vostri processi aziendali e farvi raggiungere risultati importanti di business.

Per maggiori informazioni scrivete a info@dedicated.world