Auto e tecnologia: le App che ci ricordano (anche) di pagare il bollo o di fare il cambio olio


Che smartphone e tablet siano sempre più parte integrante della nostra vita è ormai, da qualche anno a questa parte, un dato di fatto. Capita spesso che lo smartphone si trasformi in un prezioso alleato, in un mondo in cui le app la fanno da padrone e quotidianamente ne nascono per i motivi e le funzionalità più disparate: dalla palestra alla cucina, dallo shopping al fotoritocco, c’è un’app per qualsiasi necessità e per tutti i gusti.

Non mancano ovviamente app nemmeno nel settore delle quattro ruote e della manutenzione auto. Soprattutto per i più “deboli” di memoria sono nate negli ultimi tempi numerose applicazioni che come dei post-it molto più evoluti e sofisticati ci aiutano a non dimenticare le date e le scadenze significative. Bollo, assicurazione, tagliando o revisione, non correremo più il rischio di farci trovare impreparati o di dimenticarci che “andava fatto”. Non è certo difficile incappare in un mancato pagamento o farsi sfuggire la data dell’ultimo cambio olio: 1 italiano su 3 dimentica sistematicamente, ad esempio, di pagare il bollo auto entro la data prevista di scadenza.

Ed ecco quindi che la tecnologia viene incontro agli automobilisti più sbadati e si mette al loro servizio. Una delle applicazioni più utili è nata in Italia, al politecnico di Torino, e si chiama Veicoli; un’app italiana dedicata esclusivamente alla gestione dei mezzi di trasporto privati, in grado di gestire automobili e autisti.

Il funzionamento è ovviamente molto semplice, con la possibilità di gestire, anche nella versione Basic dell’app, assicurazione, bollo, revisione, patente di guida, tagliando auto di manutenzione, cambio gomme, multe, spese carburante e posizione del parcheggio. Un concentrato di funzionalità quindi e una notifica push, direttamente sul cellulare o via email, ad ogni scadenza o promemoria.

Non bastassero le semplici app da scaricare dagli store, è il mondo dell’industria automobilistica che sta trasformando gradualmente le auto in oggetti sempre più sofisticati e altamente tecnologici. Da quando l’elettronica si è impossessata anche del settore automobilistico, si sono gradualmente modificate anche le dinamiche intorno alla guida. Da qui ne consegue che il conducente avrà sempre più una vita agevole e, soprattutto, grazie alle “connessioni” avrà facilmente sotto controllo anche gli aspetti legati alla sicurezza, alla manutenzione e alla gestione generale di una vettura.

È il caso ad esempio di Hyundai, che ha introdotto un’applicazione di realtà aumentata chiamata “Guida Virtuale” o “The Virtual Guide”, che ci consente di utilizzare il nostro telefonino per avere una migliore familiarità con la nostra auto ed imparare contestualmente ad eseguire delle piccole operazioni di manutenzione di base.

Grazie a questa applicazione è possibile utilizzare avere una visione di realtà aumentata del vano motore, oppure dell’interno di una vettura, con dei check-point digitali che illustrano i punti di interesse. Un esempio? La posizione del filtro dell’aria, o il serbatoio dell’acqua per il lavaggio del parabrezza. Toccando uno qualsiasi di questi punti si può ottenere una procedura dettagliata step by step con una voce che ci guida ad effettuare piccole procedure per la manutenzione.

La sensazione è quella che in futuro queste app ci aiuteranno a 360°, con la possibilità di pagare online, archiviare documenti o fare confronti di comparazione sulle varie polizze assicurative, cercare un carrozziere, un meccanico o un elettrauto nelle vicinanze e prenotare automaticamente un servizio a prezzi scontati o agevolati, oppure trovare facilmente un sito di ricambi auto autorizzato e ordinare in pochi secondi il pezzo di cui abbiamo bisogno.