Attrezzature per tatuaggi, quali le migliori


Neanche il più grande artista di tattoo può riuscire ad affermarsi se nel suo studio non sono presenti i giusti strumenti: le attrezzature per tatuaggi sono una parte fondamentale di questo mestiere e senza di esse è veramente difficile portare avanti un’attività di questo tipo. Ovviamente non si parla solo delle macchine, ma anche di altri arnesi e dei pezzi di arredamento che non possono mancare.

Le macchinette per tatuaggi, spesso chiamate anche pistole, solitamente vengono classificate in due tiplogie: quelle a bobine (la forza magnetica di due bobine fa muovere la barra su cui viene fissato l’ago) e quelle rotative (al cui interno c’è un motore che fa muovere l’ago). In realtà sul mercato sono presenti anche macchinette ad aria compressa, ma non sono molto diffuse.

Ovviamente tra le attrezzature per tatuaggi bisogna indicare anche gli aghi; anche in questo caso si può fare una classificazione: esistono aghi da linea, aghi da sfumatura e aghi da riempimento. Ogni tipologia poi può avere diverse varianti. Assolutamente necessarie anche la lavatrice ad ultrasuoni e la sterilizzatrice (viene consigliata l’autoclave, ma si può utilizzare anche uno sterilizzatore a caldo oppure si può fare la sterilizzazione chimica9, oltre alla sigillatrice.

Anche l’arrendamento dello studio rientra tra le attrezzature per tatuaggi

Rientrano a pieno titolo tra le attrezzature per tatuaggi indispensabili anche i pezzi di arredamento come i lettini, poltrone, sedie, sgabelli e poggia braccio, oltre all’immancabile carrello. In uno studio tattoo l’illuminazione è molto importante, quindi devono essere presenti le giuste lampade, ma non possono neanche mancare gli specchi.

A tutta questa attrezzatura deve essere affiancata tutta una serie di prodotti monouso: rientrano in questa categoria i bicchieri, i guanti, le mascherine, le tovagliette e altre barriere di superficie, come ad esempio i corpi scarpe, i manicotti o il coprilettino. Per proteggere i lavori appena fatti sulla pelle del cliente il tatuatore deve avere a disposizione della pellicola trasparente.