Gli aspetti fondamentali della gestione di un magazzino

Che sia un’azienda grande o piccola, il magazzino per lo stoccaggio delle merci è fondamentale per il corretto funzionamento dell’intera attività, perché è da qui che inizia il processo di consegna della merce al cliente, per cui basta un solo piccolo imprevisto nella gestione logistica che possono verificarsi ritardi nei tempi di consegna e disagi.

Per far sì che la logistica e lo stoccaggio delle merci non abbia intoppi, bisogna concentrarsi molto su ogni aspetto che fa parte della gestione del magazzino: strumentazione carico e scarico, software gestionale, personale addetto.


Gli aspetti fondamentali della gestione di un magazzino
Gli aspetti fondamentali della gestione di un magazzino

Il personale deve avere la giusta formazione e deve essere preparato a svolgere tutte le operazioni logistiche che avvengono all’interno del magazzino, deve saper utilizzare in modo corretto i carrelli elevatori e i trans-pallet e conoscere le norme e i parametri di sicurezza.

Ma andiamo un po’ più nel dettaglio cercando di capire quali sono gli aspetti fondamentali della gestione del magazzino e come organizzarlo al meglio.

  1. Avere tutte le attrezzature sempre funzionanti e in piena efficienza
    Al fine di assicurare una corretta esecuzione del lavoro in magazzino è fondamentale controllare periodicamente che vengano effettuati dei controlli specifici, utili a ottimizzare le fasi burocratiche e quelle pratiche di spostamento delle merci che avvengono giornalmente.
    Per cui non devono mancare trans-pallet, carrelli elevatori, computer e database sempre funzionanti, in modo da risparmio tempo e soldi per la gestione dell’intero magazzino.
    Bisogna eseguire la manutenzione periodica dei carrelli elevatori, trans-pallet, muletti e altri macchinari di supporto di stoccaggio, che vanno mantenuti bene per evitare dei guasti o incorrere in imprevisti.
  2. Avere una gestione burocratica precisa
    Il reparto logistico di un’azienda, oltre a comprendere la parte più concreta che riguarda la gestione dei colli, include quella che riguarda la natura burocratica che si compone di un insieme di documenti di trasporto, bolle e codice a barre che servono a identificare tutti i passaggi che avvengono in magazzino.
    Per cui avere una gestione burocratica è importante quanto quella logistica interna, poiché mantenere un perfetto ordine degli schedari, assicurandosi che ogni documento venga protocollato nel modo giusto, assicura una gestione del magazzino ottimale, riduce i tempi di attesa ed evita che si creino problemi o si perdano materiali.
  3. Avere una struttura e un ambiente sicuro
    La struttura del magazzino va monitorata attentamente e con costanza dal punto di vista della sicurezza, in modo che i lavoratori siano in grado di operare a pieno ritmo senza avere incidenti; un magazzino sicuro, oltre a ridurre i rischi di infortuni, assicurano un ambiente di lavoro stimolante in cui è piacevole svolgere le proprie mansioni.
  4. Lo stoccaggio della merce
    Esistono diversi metodi di stoccaggio della merce, uno dei più diffusi è quello delle scaffalature, poiché sono economiche e di utilizzo immediato; in commercio ce ne sono molte, ci sono aziende specializzate come italscaffalature.com che mettono a disposizione un’ampia scelta di scaffalature industriali utile ad allestire al meglio il proprio magazzino.
    Le scaffalature sono di vario genere, per realizzare un magazzino fatto di scaffalature bisogna avere una progettazione dello spazio e di come gestirlo.
    Quali sono le principali tipologie di scaffalature?
    Scaffalature porta-pallet
    Si tratta di scaffalature tradizionali che assicurano praticità di utilizzo, sono facilissime da regolare e aggiungere, permettono di accedere senza problemi a ogni singolo pallet. Senza dubbio è una soluzione vantaggiosa, anche in termini economici, e può richiedere corsie fino a 3,5 metri di larghezza, a seconda del carrello elevatore in uso.
    Scaffalature a doppia profondità
    Con questa tipologia di scaffalatura, i pallet sono conservati a una doppia profondità per un totale di 4 pallet tra le corsie; in questo caso occorrono corsie di larghezza leggermente superiore e un carrello con forche telescopiche.
    Scaffalatura drive-in e drive-through
    Questo tipo di scaffalatura non lo avrete sentito nominare spesso, perché è un sistema progettato per i magazzini che hanno un costo elevato di esercizio e una gamma limitata di merce da movimentare.
    In questo caso la movimentazione dei pallet avviene mediante spinta o scorrimento lungo lo scaffale, quindi non c’è necessità delle corsie e la capacità di stoccaggio è più elevata.
    Scaffalature dinamiche
    Le scaffalature dinamiche sono molto complesse ed hanno un costo elevato, si tratta di una soluzione indicata soprattutto per merci su pallet o merci in cartoni.
  5. Organizzazione e sintonia tra i reparti
    Dopo aver progettato e organizzato ogni aspetto funzionale del magazzino, bisogna accertarsi che i vari reparti che lo compongono lavorino in sintonia tra di loro al fine di assicurare un lavoro preciso e nei tempi stabiliti.

È importante, nel caso il magazzino siano molto grande e sia composto da numerosi settori, che ci sia una persona addetta alla gestione logistica dei reparti, una sorta di coordinatore che si assicuri che ognuno svolga il proprio lavoro e rispetti le varie fasi che compongono tutto l’iter che porta al risultato finale.

Occorre verificare che non ci siano problemi di comunicazione tra i vari reparti e che tutto il lavoro si svolga in perfetta sintonia; se all’interno del magazzino non esiste un coordinatore, bisogna assicurarsi che il personale sia formato e preparato e sappia come muoversi al suo interno.

In questo caso è sempre bene fare degli incontri di formazione in cui spiegare l’assetto del magazzino dell’azienda e tutto il sistema gestionale dello stesso.

Preparando adeguatamente gli addetti e avendo un piano gestionale preciso, il magazzino funzionerà in modo efficiente, andando a influire positivamente sulla riuscita della consegna delle merci nei tempi stabiliti.

Ricordiamo che una cattiva organizzazione e gestione logistica del magazzino, nonché una mancata preparazione del personale, comportano numerosi danni all’azienda, poiché si possono verificare ritardi nelle consegne, smarrimento della merce, incidenti durante il lavoro.

Quindi ogni aspetto va curato attentamente, dalla progettazione del magazzino ai macchinari, dal personale alla messa in sicurezza, tutto deve funzionare in modo efficiente.