Ci aspetta un inverno gelido: le previsioni meteo di Giuliacci

Gm Termoidraulica ha intervistato Andrea Giuliacci per scoprire che inverno ci attende nei prossimi mesi

Messi da parte costumi e vestiti leggeri, ci prepariamo ad affrontare le prossime stagioni che verranno. Come saranno l’autunno e l’inverno 2017/2018? Gm Termoidraulica ha deciso di chiederlo ad Andrea Giuliacci, noto meteorologo e climatologo italiano, nonché accademico, che aveva previsto in anticipo l’arrivo di un’estate caldissima. Le notizie per i più freddolosi non sono buone, sembra infatti che dovremmo affrontare un inverno caratterizzato da sbalzi di temperature, con giornate miti che si alterneranno ad improvvise gelate e ondate di freddo intenso.

Ci aspetta un inverno gelido: le previsioni meteo di Giuliacci
Ci aspetta un inverno gelido: le previsioni meteo di Giuliacci

“Il caldo intenso e prolungato, come quello che abbiamo dovuto sopportare a Luglio e Agosto, senz’altro è finito – ha svelato Giuliacci – oramai ci ha salutato e tornerà solo con l’estate 2018. Tuttavia nelle prossime settimane non mancheranno alcune giornate dal sapore ancora estivo, con punte anche di 30 gradi e oltre, soprattutto al Sud: si tratterà dei classici colpi di coda dell’estate, che almeno fino a tutto ottobre di tanto in tanto proverà a rialzare la testa”.

Il freddo dunque è ormai alle porte e le famiglie italiane dovranno prepararsi ad un inverno tutt’altro che semplice. Nel complesso l’autunno sarà piuttosto mite, con temperature che potranno anche superare la media stagionale. Gli effetti del grande caldo di questa estate però si faranno sentire. Secondo quanto svelato dal meteorologo infatti la grande quantità di calore che si è accumulata nel Mediterraneo provocherà violenti nubifragi, in particolare al Nord e nelle regioni del versante tirrenico.

Almeno sino alla fine di novembre dunque la Penisola verrà travolta da forti perturbazioni, alimentate dal calore immagazzinato nei mari nel corso dell’estate. Dopo un autunno “burrascoso”, a dicembre farà il suo ingresso l’inverno. Nel mese di Natale le temperature si abbasseranno ulteriormente, con un ritorno della neve a bassa quota e brusche gelate che costringeranno moltissimi italiani a rifugiarsi in casa, in cerca di un po’ di calore.

“Il rischio è proprio questo – ha rivelato Andrea Giuliacci a GM Termoidraulica, studiando le previsioni meteo dal monitor – i periodi veramente freddi durante l’inverno saranno relativamente pochi, ma potrebbero essere particolarmente rigidi, con temperature che scenderanno bruscamente di molti gradi da un giorno all’altro, e non si può escludere che in alcune località vengano addirittura battuti veri e propri record di freddo. Insomma, come già accennato, un inverno che ci trascinerà da un estremo all’altro, in cui gelo e neve arriveranno tutti concentrati in alcuni periodi”.

Il consiglio degli esperti, come sempre, è quello di correre ai ripari. I bruschi e repentini abbassamenti di temperatura infatti metteranno a dura prova il nostro fisico, ma anche le caldaie, che dovranno funzionare alla perfezione per evitare problemi e difficoltà. La soluzione, come sempre, è quella di giocare d’anticipo, effettuando per tempo una revisione o una sostituzione in caso di malfunzionamento.