Arredare la casa con i quadri moderni


Parlando di quadri moderni per arredamento e quadri moderni per la casa non possiamo non citare le nuove tendenze di quadri materici, dai soggetti astratti, realizzati con un miscuglio di tecniche che tendono a sollevarsi rispetto alla tela, tecniche che utilizzano materiali vari, tra cui la cera, il gesso e nuovi gel corposi, per dare volume e dimensione a quanto rappresentano.
Raramente nell’utilizzo queste tecniche si usano i pennelli, più spesso vengono utilizzate spatole di varie dimensioni, a volte anche molto piccole, che servono per stendere il materiale volumizzante che, poi, viene colorato quando il colore non è già di per sé presente.
E dato che il soggetto di questo genere di quadri è astratto, e quindi in qualche modo comunicante con la personale percezione delle cose dell’osservatore, non sarà sul quadro in sé che dovrete concentrarvi per la scelta di quale esporre nelle pareti della vostra casa, quanto sulle associazioni cromatiche tra i colori che sono presenti nell’arredamento della stanza in cui intendete esporlo e quelli che sono presenti all’interno del quadro.
Una cornice non invasiva è l’ideale per questo genere di quadri moderni per la casa, in quanto non ne spezza le linee e consente al quadro di dare il meglio di sé. Tipico dei quadri moderni per arredamento è l’utilizzo di tele grandi, quando non molto grandi, e quindi sarà utile dedicare lo spazio adeguato sulla parete evitando che sia circondato da mobili, mobiletti e mensole con troppi ninnoli: una parete semispoglia, con un grande quadro illuminato da un apposito faretto (o una seria di faretti, se preferite) acquisirà personalità e donerà un’impronta rilevante all’aspetto estetico della stanza. Un grande quadro, comunque, necessita spesso di una controparte, una sorta di richiamo, che generalmente viene appeso di fronte al quadro stesso, ridotta nelle dimensioni. In questo caso va immaginata una tela che richiami nel soggetto, ma trattandosi di un quadro astratto ciò sarebbe difficile, oppure nei colori utilizzati, quando non anche nelle tecniche, il quadro più grande.
Il gioco di rimandi che si crea tra il quadro grande ed il quadro piccolo, che va anch’esso adeguatamente messo in rilievo con la giusta illuminazione, crea un piacevole effetto artistico.
Ma non tutti i quadri moderni per arredamento sono necessariamente astratti, anzi, molti contengono paesaggi, ritratti ed altri soggetti classici nei dipinti. In questi casi sarà molto più semplice l’abbinamento tra i vari quadri, e sarà altresì possibile fare delle associazioni concettuali tra le opere esposte la cui interpretazione verrà lasciata all’occhio, anzi alla mente, dell’osservatore.
In quel caso è possibile giocare anche con le isole di quadri, ovvero formazioni disposte sul muro, di quadri e quadretti di dimensioni variabili che vanno idealmente guardate come se fossero un’unica macchia di colore, è solo avvicinandosi, infatti, che si dedicherà attenzione ai soggetti dei quadri. La scelta non manca tra i quadri moderni per la casa, e solo a voi sta decidere quali staranno meglio, integrandosi, dei quadri moderni per arredamento.