Aprire un società offshore


Società e fisco: come aprire una società offshore
Per capire il significato di offshore basta pensare al ruolo che i “”paradisi fiscali”” giocano in campo economico. La parola paradiso non è scelta a caso. In effetti, si tratta di paesi in cui le leggi in materia fiscale sono meno rigide e la tassazione ridotta al minimo. Le grandi società di capitali preferiscono registrare la propria attività in questi stati in funzione delle agevolazioni che riescono a ottenere rispetto al paese di appartenenza. Quindi, come aprire una società offshore? Ovvero, una società registrata in un paese diverso da quello in cui si svolge l’attività? Svizzera, Barbados, Isole Vergini e Panama sono alcune delle nazioni che maggiormente vengono scelte per questa motivazione. Del resto, i governi stessi sono consapevoli del beneficio ottenuto dall’arrivo di questo afflusso di denaro dall’estero. Quindi, aprire una società offshore significa poter godere di alcuni vantaggi fiscali, ma anche di una maggiore riservatezza.

Le grandi società di capitale utilizzano il sistema offshore, quindi, per sfuggire ad un’imposizione fiscale troppo pesante. Negli ultimi anni, si è registrato un sensibile aumento di questa pratica a causa di leggi troppo pressanti in materia fiscale. Registrare la propria attività all’estero, non significa, però, che anche il patrimonio e l’attività debbano svolgersi in quel paese. Per fare un esempio, un immobile o un conto bancario possono essere in Europa e il proprietario non figura come possessore del bene stesso. Il significato di offshore si condensa proprio in questo. Le leggi sulla riservatezza, inoltre, creano una difesa nei confronti di chi apre queste società. Difficilmente, infatti, si riesce a capire chi è il vero titolare.
Vista, in questi termini, sembrerebbe che registrare una società offshore sarebbe illegale. Se ne parla spesso in tema di libera concorrenza. Un’azienda che dispone di agevolazioni fiscali può, in effetti, praticare prezzi più bassi rispetto ad un’altra che ha scelto soluzioni diverse. In realtà, non è così. Spesso, infatti, alcune imposte vengono pagate anche nel paese in cui l’attività si svolge o in entrambi. Tutto è in funzione della tipologia dell’affare che viene concluso. Molte volte si tratta, infatti, di import-export o società armatrici. In questo caso, spetta a professionisti, al servizio della società, sbrigare le pratiche burocratiche per capirne la competenza. In genere, le società offshore, infatti, dispongono di un team di avvocati che svolgono parte attiva importante. Per chi possiede un’attività e vuole capire come aprire una società offshore, infine, il consiglio è di rivolgersi a queste figure. Quindi, il significato di offshore non deve necessariamente far pensare a qualcosa di illegale o illecito. Esso, rappresenta un mezzo alternativo per subire meno pressione fiscale con una maggiore riservatezza garantita dalle leggi di questi “paradisi fiscali”.