Aprire un conto corrente a San Marino


Aprire un conto corrente a San Marino è assolutamente legale, semplicemente vanno rispettati gli obblighi fiscali verso il proprio Paese. Nel caso dell’Italia, quindi, è indispensabile dichiarare nel modello RW Unico delle persone fisiche il numero di conto corrente estero, questo per essere in regola con il fisco italiano e pagare l’IVAFE (Imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero).

Aprire un conto a San Marino non è più facile o più complicato che in altri Paesi, la procedura da seguire è la stessa di quella, ad esempio, dell’Italia.
Se a voler aprire il conto è una persona fisica, è necessario che si presenti fisicamente presso l’istituto bancario prescelto con documento d’identità valido. La banca infatti ha l’onere di verificare l’identità del futoro cliente dal vivo. Se invece si tratta di persona giuridica la banca si affiderà anche a pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili e tutto ciò che riguarda gli effettivi titolari per effettuare i controlli necessari.
Sia per le persone fisiche che le giuridiche la banca ha necessità di effettuare controlli e verifiche contro il riciclaggio, il terrorismo e l’elusione ed evasione fiscale.

Fino ad oggi il principale vantaggio nell’aprire un conto corrente a San Marino era quello di avere una serie di vantaggi bancari e finanziari consentiti dalle leggi locali, che consentivano di nascondere al fisco italiano rendite sui conti correnti. Questi movimenti favorivano l’evasione fiscale. Per evitare tutto ciò il Senato italiano ha approvato una Convenzione tra San Marino e l’Italia per cui la Guardia di Finanza e altri istituti finanziari bancari possono controllare i conti correnti sanmarinesi verificando tutti i movimenti.
L’abolizione del segreto bancario sui conti corrente aperti dagli italiani a San Marino ha avuto effetto immediato dall’approvazione dell’accordo del 2011.

A San Marno non è possibile aprire un conto corrente online senza presentarsi fisicamente in banca, ma dopo l’apertura effettuata di persona sarà possibile gestire il conto attraverso il canale on line per effettuare tutte le operazioni sia di pagamento che di accredito.
Anche se si tratta di un conto corrente estero, l’Italia impone un bollo pari a €34,20 euro per le persone fisiche, € 100,00 euro per le imprese e società. Questa imposta di bollo viene applicata a tutti i conti sanmarinesi detenuti da residenti italiani che hanno saldi annuali che superano i € 5.000,00 euro.
Quel che è importante sapere è che a San Marino vige un limite di movimentazione contante di € 10.000. Oltre alla soglia indicata si avrà l’obbliogo di compilare una dichiarazione contante presso le autorità locali ogniqualvolta si entri o si esca dalla Repubblica di San Marino.