Aprire un conto bancario offshore


Molti stati del mondo sono detti paradisi fiscali, ovvero hanno una legislazione che gli permette di attirare capitali stranieri, offrendo numerose agevolazioni per imprese che vi pongono la loro sede, come per gli investitori o chi va ad aprire un conto bancario offshore.

Infatti anche avere un conto offshore si rivela utile per salvaguardare il proprio capitale, sia esso piccolo o grande, dato che i conti esteri offrono particolari vantaggi rispetto a quelli italiani, in particolare per quel che riguarda commissioni su movimentazioni di denaro anche di diversa valuta, o per quello che riguarda gli interessi annuali.

Quindi conviene aprire un conto bancario offshore in uno dei paradisi fiscali come isole caraibiche, ma anche a San Marino o in Inghilterra senza dovere per forza attraversare l’Oceano.
Infatti moltissimi paradisi fiscali si trovano proprio nel cuore dell’Europa, e sebbene molti di essi siano paesi collaborativi con le autorità degli altri paesi, tuttavia offrono ancora molti vantaggi fiscali ed economici.

Basti pensare all’iva ad esempio che in Svizzera è appena all’8 %, o al fatto che aprire un conto bancario offshore in Inghilterra si può fare anche online, o ancora che vi sono numerose giurisdizioni che non tassano i profitti per diversi anni da quando un’impresa estera si stabilisce nel loro territorio.