Ammortizzatori auto: comfort e sicurezza prima di tutto


Quant’è bello viaggiare comodi? Se anni fa era una prerogativa di pochi, oggi è una necessità, non tanto in termini di optional ma di funzionalità dell’automobile. E l’arduo compito è affidato al sistema di sospensione: collega telaio e ruote del veicolo per assorbire le imperfezioni della strada e garantire tenuta e stabilità all’auto e comfort ai passeggeri. I componenti che ne fanno parte sono diversi, spesso riconosciamo solo le sospensioni, ma in realtà queste ultime non funzionerebbero al meglio senza gli ammortizzatori.

Perché gli ammortizzatori sono importanti?

Gli ammortizzatori auto sono direttamente collegati alle sospensioni. Essi ne smorzano i movimenti: la sospensione è uno strumento elastico che sollecitato tende a ritornare nel suo stato naturale con brutalità. Senza ammortizzatori il loro ruolo sarebbe vanificato non solo in termini di comfort ma anche di sicurezza. In caso di manto stradale irregolare infatti le ruote perderebbero aderenza e al guidatore sfuggirebbe il controllo dell’auto. Non solo comodità dunque, ma anche sicurezza. Gli ammortizzatori auto garantiscono entrambe le condizioni.

Come controllare lo stato degli ammortizzatori?

Se durante la guida si ha la percezione che l’auto perdi aderenza e che la tenuta di strada non sia la solita, si può controllare lo stato degli ammortizzatori con un paio di semplici azioni.

La prima è quella di poggiare il ginocchio sulla parte anteriore dell’auto, in una zona non deformabile, e spingere verso il basso con forza. Se l’auto rimbalza per più di un paio di volte, gli ammortizzatori potrebbero essere scarichi. Un veicolo senza problemi torna in posizione iniziale senza ondeggiare.

La seconda azione è quella di controllare eventuali perdite di liquido. La maggior parte degli ammortizzatori oggi sono di tipo idraulico, contengono olio. In caso di fuoriuscita di quest’ultimo potrebbe essere necessario sostituire il componente difettoso. Per la stabilità del veicolo gli ammortizzatori si cambiano in coppia, sullo stesso asse.

In entrambi i casi si tratta di verifiche soggettive che vanno sempre poi supportate dall’aiuto di un meccanico: spetta a un professionista del settore il compito di intervenire sull’auto e sostituirne i pezzi danneggiati.

È possibile invece trovare i nuovi ammortizzatori su www.ermesautoricambi.it, dove basta inserire i dati della propria auto per visualizzare i componenti giusti, senza rischi. Il catalogo online contiene solo ammortizzatori auto certificati e di qualità per sicurezza e comfort massimi alla guida.