Alta ingegneria per la costruzione di ponti e grandi infrastrutture


La capacità di un’azienda specializzata in attrezzature per il sollevamento di grandi pesi nel settore delle infrastrutture è quella di avere il know how per progettare ogni singola produzione in base alle esigenze del cliente e dell’infrastruttura su cui si andrà ad operare. Rientra in questa casistica la progettazione e realizzazione del sistema sincrono di controllo e bilanciamento di una struttura in acciaio durante la fase di varo di un ponte. In questo caso la nostra azienda, FPT – Fluid Power Technology, era chiamata a dare risposte affidabili ad un importante cliente operante nel settore della realizzazione di grandi infrastrutture in acciaio, quali ponti stradali e ferroviari, fabbricati ad uso civile o industriale, e grandi strutture in carpenteria metallica. Si è trattato di una sfida davvero stimolante, si trattava in sintesi di realizzare il progetto e poi l’attrezzatura per mantenere dei carichi equilibrati tra 4 punti di sollevamento e appoggio, con una differenza massima di pressione pari a 20 bar. L’opera di cui stiamo parlando è un importante ponte di collegamento che si trova nelle vicinanze di Morbegno, che, per la morfologia particolare del luogo, è stato realizzato con una struttura geometricamente asimmetrica e con una notevole rigidità. Al fine di ovviare al prodursi di deformazioni causate da carichi puntuali sulla piattabanda inferiore delle travi, è stato studiato un sistema di bilanciamento dinamico che è stato realizzato con l’utilizzo di cilindri idraulici ad alto tonnellaggio ed una centralina idraulica assolutamente unica e speciale, gestita mediante PLC. Lo scopo, perfettamente centrato da FPT, era quello di mantenere i carichi bilanciati durante la fase di varo ottenendo una differenza di pressione di livello inferiore ai 20 bar richiesti. Questo è stato possibile grazie al circuito idraulico ed al software progettati da FPT. Al momento del varo, effettuato utilizzando un potentissimo argano, la pressione idraulica nei vari punti strategici di presa è stata regolata mediante il lavoro delle 2 centraline oleodinamiche progettate da FPT basandosi sui dati ricevuti dai sensori di pressione e di corsa dislocati nei vari punti strategici, con il risultato di mantenere le forze bilanciate al variare del carico.