L’alleato della salute: l’olio d’oliva


L’olio d’oliva può essere considerato un super alimento. Possiede tantissime caratteristiche  e proprietà benefiche per la salute.

Già da tempo, è noto il suo ruolo di alleato per il corretto mantenimento del peso corporeo, all’interno di un programma alimentare diffuso in tutto il mondo e noto come Dieta Mediterranea.

Ultimamente però le sue proprietà sono state studiate anche nell’ambito della prevenzione di numerose malattie.

Diversi studi hanno dimostrato che l’olio extravergine d’oliva difende da malattie molto diffuse e note come l’Alzheimer.
Nello specifico, una ricerca condotta dal team di Domenico Praticò alla Temple University negli Stati Uniti, ha dimostrato come l’olio extra vergine d’oliva difende il corpo dall’Alzheimer e protegge la memoria.

In questo modo è stato dimostrato il ruolo dell’olio di protettore contro il declino cognitivo. L’olio protegge la memoria, e le capacità di apprendimento proteggendo il cervello dalla formazione delle placche amiloidi, marker dell’Alzheimer.

Inoltre questa ricerca sta cercando di approfondire il ruolo dell’olio in ua fase avanzata della malattia, ossia se l’introduzione dell’olio all’interno della dieta può fermare e invertire l’avanzare della malattia.

Se così fosse l’olio d’oliva potrebbe essere considerato come un vero e proprio alleato della salute e del benessere fisico-psico e il suo consumo dovrebbe essere diffuso in maniera massiccia non solo nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo e che sono i maggiori produttori, ma anche in tutto il mondo.

Tra i maggiori produttori ricordiamo l’Italia, con le sue varietà di olio extravergine, e nello specifico di olio del salento, e la Spagna.