Alla scoperta del DVR – documento valutazione rischi


Conoscere i rischi che possono presentarsi in azienda è un dovere nei confronti di tutti i lavoratori, che quotidianamente mettono energia, impegno e sicurezza nei posti di lavoro. Per preservarne la salute, le imprese devono valutare attentamente le minacce che possono causare danni all’incolumità dei dipendenti, riportandole nel Documento di Valutazione Rischi.

Attraverso il DVR l’azienda certifica e documenta la situazione e le condizioni lavorative, preventiva i rischi e ne anticipa le soluzioni. La sicurezza sul lavoro è un diritto di ogni lavoratore, e un adempimento anche prescritto dalla legge.

 Come si compila un DVR?

Un documento di Valutazione Rischi, come anticipa il nome, ingloba tutti quei pericoli in cui ogni dipendente può incappare durante lo svolgimento delle proprie mansioni. Per stilarlo, ogni responsabile deve essere in grado di preventivare i potenziali rischi per ogni attività lavorativa in modo dettagliato e metodico.  Una volta stabilite le fonti di pericoli, il datore di lavoro deve individuare gli strumenti attraverso cui opererà per diminuire gli effetti del danno.

Chi se ne occupa? Accanto all’imprenditore a capo dell’azienda, ruotano varie figure, fondamentali per l’operatività dell’impresa, tra cui l’RSPP – Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione-, il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza e il medico competente.

Non preoccupatevi, non è tutto sulle vostre spalle. Se temete di non riuscire ad adempiere al massimo al vostro compito e temete per la sicurezza dei vostri lavoratori, affidarsi ad un team di professionisti è sempre la scelta giusta. Non solo per la sicurezza sul lavoro e la compilazione di un DVR, ma per la scelta del medico del lavoro, per organizzare corsi di formazione e aggiornamento sempre al passo con la legislazione vigente.

La sicurezza sul lavoro non è un attore secondario, è il protagonista della vita della vostra azienda, abbattete i rischi con gli strumenti adatti.