Alessandro Picardi, Direttore delle relazioni istituzionali ed internazionali di RAI S.p.a.


Alessandro Picardi è un esponente di spicco all’interno del settore della comunicazione italiana, grazie alle prestigiose esperienze in Sky, Wind, Alitalia e Strago.




Il contributo di Alessandro Picardi alla norma sull’equiparazione fiscale nel trasporto aereo

Nel 2012 Alessandro Picardi entra a far parte del gruppo Alitalia, dove viene nominato Vicepresidente Corporate Affairs: nel corso di questa esperienza pone il suo fondamentale contributo alla risoluzione di una discussione che si protraeva ormai da otto anni, quella relativa alla cosiddetta asimmetria competitiva con i vettori stranieri low cost. La nuova norma inserita all’interno del Decreto Sviluppo Bis voluto dal Governo Monti si configura come un riempimento per un vuoto legislativo che consentiva ai vettori aerei low cost (in particolare Ryanair) di non essere tenuti a versare nelle casse dello stato le tasse e i contributi, previste invece per tutte le altre compagnie aeree nazionali operanti sul territorio. Con il Decreto Legge 179/2012, art. 37 comma 1e2, viene modificata questa pesante asimmetria definendo che ogni compagnia aerea, la cui licenza sia stata rilasciata da un paese dell’Unione Europea, con basi operative presenti sul territorio nazionale italiano e che si avvale della collaborazione di lavoratori italiani, sia tenuta a corrispondere le dovute imposte in Italia. Questo decreto ha rappresentato una vera svolta per tutto il settore dei trasporti aerei: infatti prima le compagnie aeree straniere aggiravano la legislazione italiana facendo firmare i contratti di lavoro ai lavoratori italiani nei rispettivi paesi di provenienza; grazie a questo metodo le tasse venivano corrisposte nel paese di residenza della base operativa dell’azienda: quindi, ad esempio, stipulando i contratti in Irlanda, in cui la tassazione media risultava del 12%, si risparmiavano ingenti cifre rispetto al pagamento sul territorio italiano, in cui la tassazione media risultava del 37%. Grazie al contributo del manager viene invece ridefinito il concetto di base operativa per i vettori aerei, escludendo ogni riferimento al panorama dei contratti di lavoro subordinato e stabilendo che ogni compagnia che possieda basi operative su territorio italiano sia tenuta a corrispondere le imposte allo stato italiano.

Rai Spa

Breve excursus professionale di Alessandro Picardi

Alessandro Picardi, prima dell’esperienza in Alitalia, affronta diverse sfide professionali rivestendo posizioni di rilievo nel panorama della comunicazione italiana. Frequenta il liceo classico all’istituto gesuitico del Pontano, in seguito al quale consegue la Laurea in Scienze della Comunicazione e l’iscrizione all’ordine dei Giornalisti e Pubblicisti. Inizia a lavorare come Consulente all’interno di Reti, una società di lobbying, e collabora con altre agenzie di comunicazione sino al 2002, anno in cui approda in Strago dove riveste il ruolo di Direttore delle relazioni esterne ed istituzionali e business development. Nel 2004 entra in Sky Italia in cui è Responsabile delle relazioni istituzionali e dei rapporti con il Vaticano. Dal 2006 al 2012 collabora con Wind S.p.a. come Dirigente Responsabile degli affari istituzionali. Attualmente è Direttore delle relazioni istituzionali ed internazionali di RAI S.p.a.

Per conoscere tutte le informazioni relative ad Alessandro Picardi, visita il blog personale del manager.