Abbassamento dei prezzi per le case a Milano


Il mercato delle case a Milano è in crescita grazie a una serie di fattori che ne hanno favorito la ripresa: un abbassamento generale dei prezzi e la sua vivibilità: il capoluogo lombardo è infatti la seconda città in cui si vive meglio in Italia secondo una recente ricerca condotta da “Il Sole 24 Ore”.

I prezzi generali scendono, come dimostrano le statistiche del Comune di Milano, il fattore che più influenza il costo, ovviamente, è il punto in cui l’immobile è collocato.

I costi al metro quadro nel Centro storico sono scesi dello 0,2% nell’ultimo anno, se invece si guarda indietro di 5 anni è possibile notare un calo del 6%. La zona più costosa rimane Brera, con un costo medio di € 6.450 al metro quadro.

Il calo dei prezzi è ancora più sensibile nelle zone periferiche, dove vi è stata una ulteriore variazione dello -0,7% nell’ultimo anno e il prezzo al metro quadro è arrivato a € 2.450.

Non solo il calo dei prezzi è il fattore che ha fatto registrare, negli ultimi dodici mesi, un aumento percentuale di 10 punti nelle transazioni di compravendita di un immobile nella città di Milano.

Il capoluogo lombardo, infatti, è una città dall’elevato appeal: una città che offre opportunità, capitale italiana del business, degli affari e della moda, con una grande varietà di eventi di livello mondiale che si trova ad ospitare ogni anno: ne sono un esempio il recente Expo 2015 e la Milan Fashion Week. Gli spostamenti non sono stressanti, in quanto può vantare un servizio pubblico dei trasporti efficiente.

Molte sono le persone che sono affascinate da questa città e vorrebbero viverci, in quanto offre tutte le opportunità che può dare una metropoli coniugandole a una qualità della vita invidiabile dalle altre città italiane.