6 Motivi per cui la tua ragazza amerà la tua moto Triumph Bonneville


Dall’aura vintage alle borse laterali: tutti i motivi per cui le donne amano i modelli Triumph Bonneville.

Chi possiede una moto, indipendentemente da marchio e prestazioni, possiede già infinite ragioni che hanno condotto a tale scelta.
In molti casi potrebbe essersi trattato di una scelta istintiva, quasi come se la moto avesse scelto il suo pilota.

Triumph Bonneville: quando la moto sceglie il suo pilota

E’ proprio questo il caso delle moto Triumph: non servono parole. Bonneville, Scrambler, America e Thruxton, la gamma classic di Triumph è un cult.
In particolare Bonneville è l’emblema dell’epoca d’oro Triumph, il modello più carico di libertà ed evasione degli anni in cui è stato lanciato.
Tuttora, i tanti modelli Triumph Bonneville sono rimasti estranei al salto tecnologico imposto dai tempi ed hanno mantenuto l’essenza retrò, pur essendo chiaramente migliorati in termini di prestazione e manutenzione. Ad esempio, sono stati eliminati definitivamente i problemi con l’olio.
Così, possedere una moto Triumph non vuol dire solo usare un mezzo di trasporto. Di una moto Triumph ci si innamora, una moto Triumph si vive, una moto Triumph si cura…”le” si dedica del tempo.

Donne e motori: se è Triumph Bonneville niente dolori

E’ questa la ragione per cui molte donne (fortunatamente non tutte, lode a quelle che amano le due ruote) non sono troppo entusiaste quando la loro dolce metà possiede una moto.
Nel caso di Triumph esistono delle valide ragioni per cui la vostra ragazza comprenderà il profondo amore che vi lega ad una moto Triumph. Qui ne elenchiamo 6.

  1. Fascino vintage. Non si tratta di un semplicistico “diversamente vecchio”, ma di un’aura intramontabile e densa di carattere.
  2. Stile di guida tranquillo. Possedere una Triumph Bonneville consente di spostarsi agevolmente sia nel traffico che sostenendo una guida moderatamente sportiva su strade più sgombere. Tuttavia non è una moto pensata per chi ama “allungare” più del consueto e questo si sa, alle donne non è molto gradito.
  3. L’altezza della sella permette una esperienza di fruizione comoda e sicura sia per chi guida che per il passeggero.
  4. Rispetto a molte moto Triumph più sportive (come Tiger), Bonneville consente di montare delle borse più affini al suo stile e più capienti rispetto allo standard Triumph. Ad esempio Ends Cuoio propone borse per Triumph che sono semi rigide e dunque non impattano negativamente sulla guida anche a pieno carico. Anche in questo caso, come per la recente linea Waxed Bags proposte dalla casa originale, le borse per Triumph Ends Cuoio possono prevedere una pratica tracolla.
  5. La guida di una Triumph Bonneville, diversamente da molte altre moto custom, risulta agevole anche alle donne.
  6. Richiamo a miti del cinema. Elvis Presley, Clint Eastwood e Bob Dylan hanno cavalcato una moto Triumph Bonneville T120s. Anche il celebre stuntman Evel Knievel saltava su un Bonneville, mentre tra gli altri miti del cinema a montare in sella a moto Triumph ricordiamo anche Steve McQueen e Marlon Brando.