21 Investimenti: le operazioni della società fondata da Alessandro Benetton

Presente in diversi mercati e più settori, 21 Investimenti è diventata nel corso degli anni un modello da imitare: la società fondata da Alessandro Benetton è arrivata infatti a un totale di vendite pari a 1,3 miliardi di euro.


Alessandro Benetton
Alessandro Benetton

Nadella Group: la soddisfazione di Alessandro Benetton per l’importante cessione

L’operazione Nadella Group rappresenta un esempio illustre di quale sia il modello 21 Investimenti e di come la società guidata da Alessandro Benetton abbia potuto totalizzare nei suoi 25 anni di esistenza vendite per 1,3 miliardi di euro. Ceduta per il 100% ai fondi gestiti da Icg Plg, Nadella Group ha vissuto dal 2014 a oggi un profondo mutamento, trasformandosi da realtà industriale italiana, con tre stabilimenti in tutto il Paese, a player strategico internazionale, grazie ad alcune importanti acquisizioni in Germania e Giappone e alla realizzazione di un nuovo insediamento a Concorezzo (Milano). 21 Investimenti ha infatti contribuito in maniera determinante a questa crescita, manifestatasi anche attraverso un incremento del fatturato, passato a 70 milioni di euro, e dei prodotti in catalogo. La trasformazione di Nadella Group in una “multinazionale tascabile” è uno specchio della filosofia di Alessandro Benetton, basata sull’accelerazione della crescita e sul miglioramento dell’efficienza industriale delle società acquisite nell’ottica di una valorizzazione delle stesse sul mercato. Una strategia efficace sul lungo periodo.

 

Alessandro Benetton: le principali operazioni di 21 Investimenti negli ultimi 25 anni

Con più di 90 investimenti completati in un quarto di secolo, 21 Partners ha costituito un portafoglio che comprende realtà industriali di media dimensione attive in Italia, Francia, Svizzera e Polonia. Attraverso queste partecipate, la società di Alessandro Benetton opera in diversi settori di mercato: dalla moda (Gianni Chiarini, Philippe Model e, dal 2011 al 2015, Pittarosso) al food (Forno d’Asolo, Ethical Coffee e, fino al 2016, Farnese Vini). 21 Investimenti ha un ruolo attivo anche all’estero: il portafoglio francese comprende infatti DL Software, Impact, Dgf, Daltys, Synerlab, Oberthur, Cleor e Skill & You, mentre quello polacco è costituito da Sare, Apaczka, Red Rubin / Minty dot, Hollywood, Tmx, e Monevia. Dall’unione di queste realtà industriali il gruppo di Alessandro Benetton arriva a vantare un fatturato pari a 1,3 miliardi di euro. La Francia rappresenta il mercato di riferimento con un totale di quasi 745 milioni di euro, seguita dall’Italia (417 milioni di euro) e dalla Polonia (122 milioni di euro). Numeri che rendono 21 Investimenti un modello altamente competitivo a livello internazionale.