10 (semplici) consigli per dormire bene   Recently updated !


Tutti sanno che il segreto per vivere bene di giorno, risiede in un buon riposo notturno. Purtroppo spesso le cattive abitudini, lo  stress della vita quotidiana e le sollecitazioni ambientali ci impediscono di dormire bene, se non di dormire del tutto! 1o piccoli, ma preziosi, consigli possono aiutarci a riposare meglio. Si tratta di seguirli quotidianamente per ritornare ad avere un sonno davvero ristoratore.

1. Non bere bevande eccitanti nelle tre ore che precedono il sonno, the, caffè, cola, ma anche alcolici possono disturbare seriamente il sonno. Così come un pasto troppo abbondante: una sana abitudine, che aiuta il sonno, è certamente quella di concedersi pasti più sostanziosi durante il giorno e solo un pasto leggero la sera.

2. Un bagno caldo o una doccia calda, possono essere un ottimo viatico per il sonno notturno: il calore infatti rilassa i muscoli del corpo dalle tensioni accumulate durante il giorno. Inoltre i vapori caldi sono un toccasana anche per le mucose dell’apparato respiratorio. Il tutto iuta i meccanismi che regolano la temperatura corporea che sono legati a quelli del sonno.

3. Può sembrare un consiglio banale, ma i consigli ‘della nonna’ hanno radici lontane nel tempo e quasi sempre sono azzeccati: un buon bicchiere di latte tiepido è davvero conciliatore del sonno. Infatti il latte contiene triptofano, che è un precursore della serotonina, neurotrasmettitore che regola il ciclo sonno veglia.

4. Un buon materasso è fondamentale per dormire bene e svegliarsi riposati: il materasso deve sostenere il corpo in modo uniforme, essere rigido ma non eccessivamente, in modo che la pressione esercitata sia uniforme e non concentrata in alcuni punti del corpo, che potrebbero risentirne. La scelta del materasso è molto soggettiva e va compiuta accuratamente, gli esperti di materassi Genova di Letti & Materassi possono affiancarti nella scelta giusta.

5. Il corpo e la mente hanno bisogno di ritmi di vita ben definiti e stabili per stare bene. Per questo è essenziale abituarsi ad andare a dormire ed a svegliarsi sempre alla stessa ora, questo aiuta il ritmo cicardiano, ovvero il ciclo delle 24 ore. Uno stile di vita sregolato spesso causa una cattiva qualità del sonno.

6. Per facilitare un buon sonno notturno, è opportuno già due o tre ore prima di coricarsi, ‘staccare la spina’ dai pensieri quotidiani: lavoro, email, telefono, discussioni familiari, tutto deve essere messo da parte. Abbassare le luci, limitare i rumori e altri ‘disturbi’ è un ottimo viatico per il riposo.

7. Un po’ di buon sesso migliore l’umore e conduce ad una naturale rilassatezza, muscolare e mentale, quindi non c’è niente di meglio, una volta ultimate le faccende domestiche, che concedersi un po’ di relax con il proprio partner per favorire un sonno piacevole.

8. Il computer e la Tv sono due fonti luminose che contribuiscono a inibire il rilascio della melatonina, un ormone molto importante per la regolazione del ciclo sonno veglia. Inoltre entrambi svolgono una funzione eccitante per il cervello, dunque è bene spegnere entrambi almeno 2 ore prima di coricarsi.

9. Una buona tisana, la sera, aiuta molto il sonno e favorisce un dolce relax. Ideali sono le tisane alla melissa, passiflora, tiglio e valeriana, che favoriscono il sonno aiutando l’apparato neurovegetativo. Se si soffre di ansia, possono essere d’aiuto anche il biancospino o la camomilla romana.

10. Se l’insonnia è cronica e non si riesce a porre rimedio con i sopra citati consigli, la causa può avere radici lontane e può essere opportuno ricorrere all’aiuto di uno psicoterapeuta, in modo da rimuovere eventuali traumi passati che hanno causato il fastidioso disturbo.