Uccellini canarini, melodiosa compagnia


Uccellini canarini, melodici da gabbia
Piccoli cantori dalle grandi melodie: gli uccellini canarini maschi, solo loro emettono i canti complessi e armonici, le femmine si limitano a piccoli suoni squillanti, da molti decenni sono tra i più apprezzati animali domestici da compagnia. Forse non tutti sanno che nelle isole di provenienza, appunto le Canarie, soprattutto nell’isola di Gran Canaria, la popolazione indigena autoctona giunse quasi sul punto dell’estinzione per le numerose catture di grandi stormi di canarini nell’ottocento. Fortunatamente oggi tutti gli uccellini presenti nelle gabbie sono di origine domestica, grazie alle migliaia di appassionati canaricultori presenti in tutto il mondo e al grande numero di soggetti allevati e la popolazione autoctona isolana è in netta ripresa.

Uccellini canarini, non solo canto
Il canto è una caratteristica comune degli uccellini canarini, ma non è la prerogativa principale di tutte le razze allevate e selezionate: sono infatti due razze i veri maestri del canto in gabbia, il Malinois Waterslager e l’Harz, due razze esclusivamente allevate ai fini del canto, i veri campione del trillo e del cinguettio, tra suoni acquosi e imitazioni d’usignolo.
Nonostante ciò il canto del canarino è una passione comune a tutte le razze, dai prestigiosi e delicati arricciati giganti o parigini, alle razze di colore, sino a quelle di forma e posizione tra cui ricordare i simpatici gloster ciuffati o i buffi e quasi ignudi gibber italicus.
Nell’immaginario comune il canarino è giallo, il famoso giallo canarino, in realtà in natura ha le stesse tonalità verdi screziate di nero e bruno del verzellino di casa nostra, suo primo cugino.
E’ stata la selezione degli anni a determinare forme e colori particolari. Tra i colori sono prestigiosi i topazi, l’agata in varie tonalità, i rubini, oppure i rosso-arancio, i giallo intensi, i mosaicati, i bruni, gli opale. Centinaia di razze, come il cane o il gatto, ed un comune progenitore: il canarino verde selvatico.

Alimentare gli uccellini canarini
L’alimentazione degli uccellini canarini è molto semplice: un buon misto di semi specifici è ideale, così come la sola scagliola, non essendo troppo oleosa quindi mantenendo in gran forma i soggetti in cattività, è sufficiente, magari aggiungendo un seme che apporti grassi come il comune lino. Assieme alle granaglie il canarino gradisce il pastoncino all’uovo, in commercio ne trovate di specifici, anche colorante, se nel canarino sono presenti i geni per il rosso, dovuti alle ibridazioni con il cardinalino del Venezuela. Non bisogna abusrae di frutta per evitare spiacevoli diarree dovute ai colibacilli,meglio sarebbe dare al canarino semi selvatici non ancora maturi, come il centocchio o altre erbe dei campi.
Acqua pulita, un buon grit per agevolare deposizione e digestione, vitamine in piccoli cicli e il vostro piccolo tenore domestico sarà sempre in grande forma!