Tovaglie e spugne: nuova frontiera del gadget


Il già variegato campo dell’oggettistica pubblicitaria destinato alla regalistica aziendale si arricchisce di un nuovo mezzo di veicolazione pubblicitaria. Si tratta di tovaglie stampate e spugne personalizzate con il logo aziendale o con un messaggio pubblicitario atto a promuovere iniziative, sconti, offerte, che vengono regalate come gadget.

Prendiamole in esame separatamente.

Le tovaglie stampate, realizzate in stoffa o in carta, spesso riciclata nel rispetto dell’ambiente (il cui utilizzo comporta notevole risparmio sia in termini energetici che idrici nonché sul numero di piante abbattute per fornire legna), facilmente riconoscibili per il “”marchio europeo di qualità ecologica”” apposto su di esse, vengono usate sempre più spesso per veicolare uno o più loghi aziendali. Ci sono tovaglie stampate realizzate e distribuite gratuitamente in ristoranti e pizzerie che contengono le proposte pubblicitarie di uno o più sponsor che ambiscono ad allargare la propria clientela o intendono rendere partecipi di una promozione pubblicitaria, che spesso si svolge in un ristretto periodo di tempo. Esistono tovaglie stampate realizzate in stoffe o spugne la cui presenza del logo non è particolarmente invasiva, ma comunque significativa, e che vengono utilizzate da aziende che desiderano consolidare il proprio brand nel territorio destinate ad un target più alto.

Molto graditi come regali aziendali sono le spugne. Prodotti come le tovaglie e teli da mare personalizzati ed altri articoli in spugna, sono oggetti che vengono percepiti dalla maggior parte della gente come “”regalo di classe”” sia che essi siano  realizzati con Il telaio Jacquard (un telaio per tessere che permette di realizzare in fili di ordito con complessi disegni) o più semplicemente stampati. Questi prodotti (regali aziendali) come  i teli per palestra, gli accappatoi e gli asciugamani in genere, una volta donati, permettono all’azienda un virtuale contatto “”fisico”” con il proprio target. Il prodotto, soprattutto se realizzato con spugne di buona qualità viene percepito “”tattilmente”” dal destinatario del dono che, a livello inconscio, interagisce abbinando il marchio alla sensazione carezzevole di una piacevole morbidezza.

Sia le tovaglie stampate che le spugne hanno, come effetto sul target, quello di abbinare l’azienda donatrice ad un momento gradevole della giornata, sia che essa si svolga al ristorante di fronte ad un buon pranzo, in spiaggia comodamente sdraiati, in piscina od in palestra prendendosi cura del proprio benessere fisico.

Da non dimenticare sono le lavette da bar, spesso realizzate a “”trittico”” sono poste sotto gli occhi di ogni singolo avventore che durante la giornata si alterna al bancone in cerca di un caffè o di una bevanda fresca. Come si sa, ogni cambiamento in un luogo abitualmente conosciuto, viene percepito dall’occhio dopo tre giorni, per essere poi dimenticato, e ricacciato nel limbo delle “”conoscenze acquisite”” (quindi privo della caratteristica di novità) dopo 15 giorni. E’ bene quindi dopo tale termine di tempo sostituire sia le tovaglie stampate sia le spugne affinché mantengano le caratteristiche che permettono loro di far presa sul target.