Al via “Start Cup FVG 2015 – Il futuro è la tua impresa”


Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Trieste, SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria FVG, AREA Science Park, Friuli Innovazione, Innova FVG e Polo Tecnologico di Pordenone

per la prima volta insieme per sostenere l’imprenditoria giovane e innovativa

attraverso la nuova edizione della Business Plan Competition

Si rimette in moto Start Cup FVG, la business plan competition per sostenere l’imprenditoria giovane, promuovere la nascita e la crescita di imprese innovative (spin-off universitari/accademici e start up) e più in generale diffondere la cultura imprenditoriale nel mondo accademico e nel territorio del Friuli Venezia Giulia, incentivando così lo sviluppo economico regionale e l’attrazione di ulteriori investimenti e imprese da fuori regione.

L’edizione 2015 Il futuro è la tua impresa unisce due iniziative pre-esistenti: Start Cup FVG e Start Up FVG.

Start Cup FVG, “storica” competizione associata al Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) promossa dall’Università degli Studi di Udine, dall’Università degli Studi di Trieste, dalla SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, che sostiene il progetto fino dalla sua prima edizione “udinese” del 2003 e dalla Fondazione CRTrieste, vicina all’iniziativa già dal 2004.

Start Up FVG, promossa dal Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria FVG in collaborazione con i Parchi Scientifici e Tecnologici regionali, AREA Science Park, Friuli Innovazione, Innova FVG, Polo Tecnologico di Pordenone, Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia e Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Agli attori precedenti, Start Cup Fvg 2015 abbina l’importante presenza di Mediocredito FVG, di Banca Popolare di Cividale. Supporter del progetto BIC Incubatori FVG, IRCCS CRO di Aviano, i network di Business Angels IAG – Italian Angels for Growth e Custodi di Successo FVG, il Consorzio Friuli Formazione, la Direzione centrale salute, integrazione socio sanitaria, politiche sociali e famiglia e le aziende Acciaierie Bertoli Safau S.p.A., Electrolux Professional e Fincantieri. Partner tecnici iVision e Studio Sandrinelli Srl.

Un significativo allargamento della rete di promotori che ha l’obiettivo di coinvolgere in maniera sempre più capillare la regione e di valorizzare ancora meglio le più promettenti idee imprenditoriali.

Il progetto è stato illustrato oggi alla stampa nella sede dell’Unione Industriali di Pordenone da: Matteo Di Giusto, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria FVG; Alberto Felice De Toni (in video) e Giuseppe Damante, rispettivamente Rettore e Delegato al Trasferimento Tecnologico dell’Università degli Studi di Udine; Maurizio Fermeglia, Rettore dell’Università degli Studi di Trieste; Gianni Dal Maso, Vicedirettore della SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste; Guido Nassimbeni, Presidente di Friuli Innovazione, in rappresentanza di tutti i parchi scientifici e tecnologici aderenti al progetto; Michela Colin, Componente dell’Organo di Indirizzo della Fondazione CRUP; Paolo Santangelo, Segretario Generale della Fondazione CRTrieste; Giuseppe Graffi Brunoro, Presidente della Federazione BCC del Friuli Venezia Giulia e da Sergio Bolzonello, Vicepresidente e assessore alle attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Start Cup FVG intende essere una risposta pratica e di facile accesso alle esigenze di laureandi e laureati, imprenditori, professionisti e giovani che vogliono tramutare la propria idea originale in idea imprenditoriale, offrendo ai partecipanti l’opportunità di valutare la realizzabilità dei propri progetti e di creare le condizioni per avviare e sviluppare la propria attività.

L’iniziativa prevede quattro fasi.

La prima, quella delle iscrizioni, è attiva da oggi con la pubblicazione del sito www.startcupfvg.it che presenta il regolamento completo dell’iniziativa e la modulistica che gli interessati devono compilare. La domanda di partecipazione va compilata entro e non oltre il 20 maggio 2015, fornendo una descrizione sintetica del progetto e indicando il settore di appartenenza tra quattro categorie: LIFE SCIENCES (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone); ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e dei nuovi media: e-commerce, social media, mobile, gaming, ecc.); AGRIFOOD – CLEANTECH (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale, tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell’ambiente, la gestione dell’energia); e INDUSTRIAL (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale che non ricadono nelle categorie precedenti, innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato).

La seconda fase prevede lo sviluppo della proposta presentata in un business plan “qualitativo”, secondo le modalità suggerite dalla Direzione del Premio e sulla base dei corsi di cultura imprenditoriale e degli incontri con la comunità accademica, industriale e finanziaria che saranno attivati. Il business plan andrà poi caricato in formato elettronico sul sito www.startcupfvg.it secondo le tempistiche che saranno comunicate per tempo agli iscritti.

La terza fase consiste nella valutazione dei business plan da parte del Comitato Valutazione Start Cup FVG e prevede la selezione di massimo 24 progetti che verranno suddivisi in due sezioni, IDEAS e START UP, sulla base del grado di avanzamento/maturità del progetto. A ciascun progetto selezionato sarà attribuito un Angelo. La comunicazione dei progetti che avranno superato la prima selezione, la loro categorizzazione in IDEAS o START UP e l’abbinamento con l’Angel saranno veicolati in un evento ufficiale, la “Notte degli Angeli”, che si terrà a Udine nella prima settimana di luglio.

La quarta fase, da luglio a ottobre, vede i proponenti selezionati durante la “Notte degli Angeli” elaborare il business plan definitivo, l’executive summary e, per la categoria STARTUP, il pitch (un breve video di massimo 3 minuti), avvalendosi del supporto degli Angeli che andrà consegnato entro il termine che verrà loro indicato. Questa fase terminerà con un evento pubblico che si terrà a Trieste nel mese di ottobre, in cui verranno premiati i vincitori di Start Cup FVG: quattro per la sezione IDEAS e quattro per la sezione STARTUP.

I quattro progetti vincitori della sezione IDEAS otterranno un premio di € 5.000,00 ciascuno. I quattro progetti vincitori della sezione STARTUP riceveranno ciascuno: un premio di € 5.000,00 e servizi per un valore di € 20.000,00 di pre-incubazione o incubazione fisica e mentoring presso un incubatore certificato; accesso al mercato degli investimenti nel capitale di rischio (business angel, seed e venture capital); assistenza e supporto per lo sviluppo della start up (comunicazione, proprietà industriale, aspetti legali e fiscali, ecc.); e di formazione e tutoraggio dei neo imprenditori.

Tra tutti i progetti premiati, sia nella sezione IDEAS sia in quella STARTUP, il Comitato di Valutazione individuerà quattro progetti (uno per categoria) che parteciperanno al Premio Nazionale per l’Innovazione secondo le modalità previste per l’edizione 2015.

INFO ISCRIZIONI

www.startcupfvg.it

info@startcupfvg.it

0432-556369, 040-5583012

INFO STAMPA

Michele Da Col

Ufficio Stampa Start Cup FVG 2015

Studio Sandrinelli Srl

email: dacol@studiosandrinelli.com – cell. 340-3356400

DICHIARAZIONI

“In un contesto ancora delicato per l’economia, come quello attuale, è fondamentale investire nella nascita di nuovi soggetti imprenditoriali e nell’innovazione delle imprese. Start Cup FVG contribuisce a entrambi gli aspetti, fornendo supporto alla nascita di nuove realtà e alla crescita di start-up capaci di muoversi in direzione innovativa. – ha affermato Matteo Di Giusto, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria FVG – Start Cup FVG riprende e amplia lo spirito di Start Up FVG che nel 2014 già ha fuso in un unico progetto le iniziative “Start and Go” del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Udine e “Startup Opportunity” del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali di Pordenone, ottenendo la collaborazione fattiva dei Gruppi Giovani Imprenditori di Gorizia e di Trieste, dimostrando le grandi capacità di relazione e networking nella condivisione di progetti e obiettivi in primo luogo tra i Giovani Imprenditori stessi e successivamente anche con le istituzioni del territorio che vi hanno partecipato e hanno confermato la loro partnership quest’anno”.

“L’individualità dell’impresa italiana, legata gelosamente al proprio operato, al proprio prodotto o al proprio servizio, è risaputa. Allo stesso modo questo approccio si replica anche nelle nostre Istituzioni. – ha dichiarato Marco Camuccio, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali di PordenoneCon Start Cup FVG, mostriamo “concretamente” che si può fare sistema per un obiettivo comune”.

“La nascita di nuove imprese va incentivata in quanto portatrici di nuova linfa, vitalità e innovazione. È nostro compito supportarne lo sviluppo iniziale al fine di favorirne la longevità. – ha dichiarato Davide Boeri, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria UdineAttraverso la competizione Start Cup FVG molte Idee e Start Up riceveranno grande visibilità che sarà loro utile per trarre effetto propulsivo da nuovi partner e potenziali investitori. “

“In un contesto come quello italiano in cui i giovani mostrano un minore spirito di iniziativa professionale e una tendenza più limitata verso l’autoimprenditorialità rispetto ai coetanei europei, tra i compiti degli industriali c’è anche trasmettere come la professione di imprenditore sia una possibilità da tenere in considerazione per il proprio futuro – ha aggiunto Carlo Ranalletta Felluga, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Venezia GiuliaRitengo che Start Cup FVG sia dunque un’occasione preziosa per aiutare ora chi ha già un progetto e stimolare la diffusione di una cultura imprenditoriale positiva in ogni settore”.

“Il successo nasce dall’alleanza. Sono convinto che la convergenza tra il sistema imprenditoriale, quello universitario e quello dei parchi scientifici e tecnologici sarà foriera di miglioramento e di maggiore efficacia – ha dichiarato il Magnifico Rettore dell’Università di Udine Alberto Felice De ToniAi ragazzi e ai giovani parla già il pay-off di questa edizione: “Il futuro è la tua impresa”. Kennedy diceva “il futuro non è un regalo, è una conquista”, dunque lavoriamo per esso!”.

“L’Università vuole rivendicare il suo ruolo fondamentale di motore dello sviluppo economico e territoriale. – ha dichiarato il Magnifico Rettore dell’Università di Trieste Maurizio FermegliaIn una economia in cui l’innovazione gioca un ruolo fondamentale per il futuro delle nostre imprese, l’Università, grazie al premio Start Cup FVG, diventa essa stessa promotrice di nuova imprenditorialità innovativa. La convergenza di tanti soggetti promotori che operano nella filiera dell’innovazione non fa che esaltare il ruolo di catalizzatore degli atenei e aumentare le possibilità di successo dei progetti imprenditoriali che partecipano alla competizione”.

“È importante stimolare lo spirito imprenditoriale degli studenti universitari e dei ricercatori, contribuendo così alla creazione di imprese innovative. – ha dichiarato Gianni Dal Maso, Vicedirettore della SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di TriesteAttraverso l’impegno congiunto delle realtà accademiche, imprenditoriali e finanziarie della regione, Start Cup FVG dà un valido contributo al conseguimento di questi obiettivi, stimolando i giovani a trasformare le loro idee brillanti in concreti progetti imprenditoriali”.

“Molto spesso sentiamo parlare di network, di fare rete, senza poi vedere delle proposte concrete – ha dichiarato Guido Nassimbeni, Presidente di Friuli InnovazioneGrazie alla volontà di collaborazione tra tutti i soggetti promotori con Start Cup Fvg 2015 siamo riusciti a fondere due tradizionali eventi dedicati alle start up in un’iniziativa unica, senza tanti proclami programmatici e mettendo in sinergia enti, istituzioni ed imprenditori con un’importante ricaduta sul territorio e per il territorio. Ne risulta un bando ancora più forte e significativo, che aspira a riscuotere l’interesse di un’audience più ampia”.

La valorizzazione della ricerca così come i processi di fertilizzazione per le startup, due aspetti strettamente correlati specie quando si tratti di dare avvio a imprese innovative, non possono che giovarsi di iniziative realizzate a livello di sistema regionale. – ha affermato il Presidente di AREA Science Park, Adriano De MaioAREA Science Park sta ponendo fortemente l’accento sulla creazione di una filiera unica della ricerca e dell’innovazione in Friuli Venezia Giulia e l’iniziativa Start Cup FVG 2015 va esattamente in questa direzione”.

L’iniziativa finalmente mette assieme tutti i principali attori dei diversi sistemi regionali coinvolti, quello accademico, scientifico-tecnologico, economico e finanziario, con l’obiettivo duplice di diffondere la cultura imprenditoriale fra i giovani e di promuovere in maniera forte la nascita di imprese innovative a partire dalle idee dei giovani stessi andando a sfruttare e valorizzare ancora di più il capitale di conoscenza prodotto dal sistema della ricerca regionale” ha dichiarato Michele Morgante, Presidente di Consorzio Innova FVG.

Quando abbiamo pensato all’ecosistema conoscenza-innovazione applicato a tutta la Regione – ha sottolineato Franco Scolari, direttore del Polo tecnologico di Pordenoneci hanno rimbrottati come visionari demolitori di campanili. Oggi che siamo qui con l’esaustività dei soggetti della filiera crediamo che molti ci imiteranno, e speriamo di poter attrarre anche da altri territori nuove idee per uno sviluppo ampio e sostenibile”.

Abbiamo creduto in questo progetto fin dall’inizio non solo perché investire sui giovani è una delle nostre priorità, ma anche perché siamo consapevoli che le idee innovative hanno bisogno di sostegno affinché possano assumere una forma concreta e trasformarsi in realtà imprenditoriale. – ha proseguito la dott.ssa Michela Colin, componente dell’OdI della Fondazione CrupOggi noi riaffermiamo la nostra intenzione di offrire un’opportunità a quelle idee, contribuendo a creare le condizioni favorevoli alla loro crescita, e lo facciamo in una prospettiva d’insieme, che vede convergere l’impegno di forze diverse, unite per un obiettivo comune”.

Il futuro si costruisce dando oggi un sostegno ai giovani e stimolando la trasformazione delle idee in progetti concreti. Per questo motivo abbiamo appoggiato Start Cup già dalla sua prima edizione a Trieste – ha affermato Paolo Santangelo, Segretario Generale della Fondazione CRTriesteQuest’anno aderiamo nuovamente al progetto in quanto siamo convinti che, grazie all’ampliamento della rete degli organizzatori, il sostegno all’auto-imprenditorialità, la promozione di una diffusa cultura dell’innovazione e lo stimolo a un maggiore scambio tra ricerca e impresa potranno essere ancora più incisivi e dare così ulteriore impulso alla crescita sociale ed economica del territorio”.

Oggi più che mai – ha detto Giuseppe Graffi Brunoro, Presidente della Federazione regionale delle Banche di Credito Cooperativoper aiutare il nostro territorio a ripartire sono necessari senso di responsabilità e lavoro di squadra tra imprenditori e Istituzioni: le Bcc, che hanno sostenuto questa iniziativa sin dalla sua nascita, non potevano sottrarsi quest’anno, che vede importanti sinergie tra le realtà locali (Confindustria, università, incubatori e banche) per sostenere l’imprenditoria giovanile in un periodo di grande difficoltà”.

La Presidente di Mediocredito, Cristiana Compagno, plaudendo alla bella iniziativa di sistema messa in atto per favorire e promuovere i processi di innovazione nel nostro territorio, ha dichiarato: “Università, parchi scientifici e giovani confindustriali insieme, potranno, attraverso l’organizzazione congiunta di questo evento, fertilizzare il sistema di nuove iniziative economiche, capaci di innovare e creare nuovo valore aggiunto. Ritengo che le banche, soprattutto a vocazione territoriale, debbano sostenere l’iniziativa, come investimento sui giovani e sull’innovazione del nostro territorio. Per questo Mediocredito, banca della regione al servizio della regione, sosterrà in modo convinto l’evento, proponendosi insieme alle altre banche territoriali, anche come interlocutore finanziario dei progetti innovativi di impresa“. La Presidente ha poi ricordato che pochi mesi fa Mediocredito ha firmato l’accordo con tutti i parchi scientifici regionali per sostenere start up e spin off della ricerca.

Sostenere l’animazione e la creazione d’impresa in questa fase è fondamentale per la tenuta del tessuto produttivo regionale. – ha dichiarato il presidente della Popolare di Cividale Graziano TilattiStimolare i giovani ad intraprendere è una priorità in questa delicata fase economica e in questo impegno vanno coinvolti tutti i soggetti finanziari del territorio d’intesa con le università, le categorie produttive, gli incubatori d’impresa”.

Il nostro sistema produttivo è chiamato oggi ad affrontare sfide importanti, ma con opportunità tecnologiche di portata rivoluzionaria. 3-D manufacturing, cloud computing, big data, advanced robotics, energie rinnovabili, materiali innovativi, sono solo alcune delle tecnologie che stanno rivoluzionando il modo di produrre, stimolando nel contempo nuovi modi di fare impresa.

Tuttavia affinché la traiettoria tecnologica possa costituire un’opportunità di vantaggio competitivo e rivitalizzare l’economia in modo diffuso, occorre che mondo accademico, sistema di ricerca, istituzioni e imprese si aprano a una nuova cultura imprenditoriale, impegnandosi nella condivisione di conoscenze, conquiste scientifiche, risultati applicativi e specializzazioni.

Start Cup FVG 2015 va in questa direzione, mettendo per la prima volta insieme Università regionali, SISSA, Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria, Area Science Park, Friuli Innovazione, Innova FVG e Polo Tecnologico di Pordenone, in una cooperazione che intende stimolare da un lato, e raccogliere dall’altro, una pluralità di sollecitazioni, provenienti da studenti, laureati, imprenditori, ricercatori e innovatori. Un solido network scientifico alleato con altri protagonisti dell’economia regionale: istituti di credito, fondazioni bancarie, grandi imprese e partner tecnici per promuovere talenti, capitale umano, idee e progetti imprenditoriali.

Il valore aggiunto dell’iniziativa risiede proprio in questo insieme di energie e risorse poste al servizio dei giovani e delle giovani imprese che vogliono mettersi in gioco e affrontare le sfide dello sviluppo delle idee” ha concluso Sergio Bolzonello, Vicepresidente e assessore alle attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.