Ora la stampa 3d permette di realizzare plastici architettonici a colori


I plastici architettonici sono da sempre un ottimo mezzo di comunicazione, un valido supporto alla vendita, un efficace strumento di valutazione e studio di funzionalità, a seconda delle esigenze.
I plastici architettonici si presentano in una grande di varietà di tipologie: si va dal plastico concettuale – semplice, essenziale e minimalista – al plastico dettagliato fotorealistico, vera e propria riproduzione della realtà fin nei minimi dettagli, in forme, geometrie e in tutte le sue colorazioni.
Oggi, grazie alla stampa 3d la realizzazione di questo prodotto ha subito un radicale cambiamento.
Questa tecnologia infatti ha permesso di ridurre drasticamente i costi di sviluppo, da una parte riducendo i tempi di realizzazione, dall’altra eliminando sia i costi di attrezzaggio per la produzione, sia i costi di scarto.
2be3D, una giovane azienda romana che si occupa di stampa 3d, modellazione 3d e prototipazione rapida, presenta oggi questo nuovo prodotto, grazie alla la tecnologia di stampa 3d a colori, per la precisione stampa 3D a getti di colore (CJP) che consente di realizzare plastici architettonici monocromatici o con sfumature di colore, ad una gamma che raggiunge le 6 milioni di tonalità diverse e un livello di dettaglio che arriva fino a 0.1mm di risoluzione.
La società è la prima ad offrire la stampa 3d a Roma a colori e a livello professionale, ed è anche una delle pochissime aziende ad offrire questo servizio a Roma.
I modelli architettonici che 2be3D realizza sono di interni e di esterni, ambientali, industriali e volumetrici, di design, geologici e didattici, di impianti sportivi e monumenti storici, per tesi di laurea o progetti di studio, tutti con la possibilità di illuminazione e componibili.