Spalletti a tutto campo prima di Carpi – Roma


Luciano Spalletti parla di tutto, Sabatini compreso, nella conferenza stampa che precede l’incontro di questa sera tra Carpi e Roma. Out De Rossi e Totti, Dzeko ci sarà.

Carpi – La trasferta contro il Carpi è un’occasione da non mancare per la Roma. Potrebbe essere questa la sintesi del messaggio che Spalletti ha voluto inviare ai suoi, ed agli avversari. Benché sia vicino l’incontro con il Real Madrid, il tecnico pensa prima al Carpi, il turn-over, se ci sarà, dovrebbe essere dunque contenuto. La Roma ha bisogno di mettere in fila delle vittorie, se vuole competere con le prime della classe.

Dzeko ci sarà, lo chiarisce bene Spalletti. Non dà molte altre indicazioni sulla formazione che affronterà il Carpi, ma sull’attaccante scioglie ogni riserva. Il referto dell’infermeria giallo-rossa, esclude le presenze di Gyomber, Torosidis, De Rossi, e quasi certamente di Totti. Strootman prosegue il suo recupero ancora con la squadra Primavera.

La Roma di Spalletti è, comunque vadano le cose, votata all’attacco. Questo si evince dalle dichiarazioni del tecnico, che non esclude la contemporanea presenza in campo di Pjanic, Dzeko, Perotti, Salah ed El Shaarawy. Occorrerà, ovviamente, la loro disponibilità ad aiutare la squadra, o meglio, servirà la loro volontà a dare equilibrio al gioco, correndo in dietro, se serve, a fare pressing e contrasti nella zona mediana del campo, quando occorrerà.

Sabatini – Tante le illazioni in questa settimana, circa il futuro del DS giallo-rosso. Alcune voci lo vogliono già lontano da Trigoria, altri raccontano di corteggiamenti già avviati da altri club italiani (Milan su tutti). Spalletti non si nasconde sull’argomento, anzi. Dichiara di aver parlato con Sabatini, che trova giusto si metta in discussione il suo operato. Ma il tecnico ricorda che ci sono diverse partite davanti, e che solo i risultati di quest’ultime potranno dire se, Sabatini ed altri, abbiano fatto davvero bene o male. Solo al termine di questo ciclo di impegni, in breve, potranno essere tirate le conclusioni, fatti i conti. Vedremo.

Il Carpi, Spalletti lo ha chiarito bene, non sarà un ostacolo facile da superare. La squadra di Castori è in un buon momento di forma, lo ha dimostrato, al di là dei risultati, contro Fiorentina e Napoli. La squadra gioca un calcio interessante, ed ha uomini che con la loro velocità, possono mettere in difficoltà molti avversari (vedi Mancosu e Lasagna). La Roma deve sapersi difendersi da iniziative offensive come queste.

Convocati – Hanno quindi raggiunto Carpi, i seguenti giocatori giallo-rossi: Bogdan Lobont, Antonio Rüdiger, Lucas Digne, Radja Nainggolan, Leandro Castan, Diego Perotti, Edin Dzeko, Mohamed Salah, Maicon Sisenando Douglas, Iago Falque, Miralem Pjanic, Seydou Keita, William Vainqueur, Stephan El Shaarawy, Alessandro Florenzi, Wojciech Szczesny, Morgan De Sanctis, Palmieri Dos Santos Emerson, Konstantinos Manolas, Salih Uçan, Ervin Zukanovic, Umar Sadiq, Abdullahi Nura.

Castori, che non avrà né Poli, né Pasciuti, per l’incontro contro la Roma ha invece convocato: Brkic, Belec, Colombi, Sabelli, Letizia, Zaccardo, Gagliolo, Romagnoli, Suagher, Daprelà, Cofie, Porcari, Di Gaudio, Gnahorè, Crimi, Lollo, Martinho, Verdi, Lasagna, Mancosu, Mbakogu.