Sostituire un filato nei lavori a maglia


Se ti piacciono i lavori a maglia, spesso ti sarà capitato di voler sostituire un filato con un altro in un modello di maglia. Magari hai visto un modello di maglia da Raverly realizzato con un filato introvabile o forse più semplicemente vuoi personalizzare in modello a modo tuo, ma non sai come fare a ricalcolare la quantità di filato necessario.

I lavori a maglia hanno molto in comune con la matematica, ed anche se molto fa anche la mano della knitter che lavora vi sono degli accorgimenti e delle tecniche che possono essere adottare per trovare la soluzione al problema di come sostituire un filato con un altro.

Ad aiutarti e a semplificare i concetti principali ci ha pensato una merceria online – Di Lana e d’Altre Storie – che, con un facile schema grafico riassuntivo, ne ha spiegato i principi essenziali di cui riportiamo in seguito il riassunto.

Sostituire un filato nei lavori a maglia:

Come prima cosa verifica il campione: verifica cioè il numero delle maglie e dei ferri del filato che vuoi usare con il campione del modello a maglia originale.

Poi valuta la fibra con cui è realizzato il modello, e la resa del punto, se deve essere morbida o sostenuta.

A questo punto realizza un campione del lavoro a maglia che ti appresti a realizzare e valutane la resa. Valuta se ti piace soprattutto.

Calcola il metraggio del filato che hai scelto di usare: in questo passaggio può esserti particolarmente utile Il Contalana che calcola al tuo posto la quantità di filato per il tuo lavoro a maglia. Lo trovi gratuitamente disponibile sul sito di Di Lana e d’Altre Storie.

Adesso non ti rimane che knittare e divertirti nella realizzazione del tuo lavoro a maglia.