La scansione 3d finalizzata alla stampa 3d


Nel campo della stampa 3d, che va affermandosi sempre di più, ha grande importanza la fase della scansione per la produzione iniziale del modello.

Uno scanner 3D è uno strumento che consente di acquisire e misurare in tempi incredibilmente rapidi le forme 3D di oggetti diversi per aspetto, misure e colori. È in grado di produrre il modello tridimensionale digitale di un oggetto reale. Il file che ne viene fuori, può essere ulteriormente elaborato e modificato.

Ma come funziona la scansione 3d? La digitalizzazione 3D è in generale un processo che consente di rilevare punti, organizzati in uno spazio tridimensionale, che rappresentano la superficie dell’oggetto con estrema accuratezza.

L’elevata quantità di dati acquisiti in breve tempo consente di eseguire il rilievo geometrico degli oggetti con un ragguardevole livello di dettaglio e completezza. La finalità è quella di ottenere un modello digitale tridimensionale rispondente alla realtà dell’oggetto scansionato, per poi condurre studi progettuali e di restauro e conservazione, o per essere riprodotto tramite la stampa 3D.

Per questo 2be3D, azienda specializzata nella stampa 3d roma, offre oggi servizi di scansione 3d e reverse engineering atti alla trasformazione della vita reale in una rappresentazione grafica digitale.

La scansione 3d va ad aggiungersi alla gamma di servizi proposti da 2be3D, che vanno dalla stampa 3d alla prototipazione rapida e alla modellazione 3d.

Ma quali sono i campi di applicazione di questa tecnologia? La tecnologia di scansione 3d è adatta all’impiego nei più disparati contesti quali la meccanica, il design industriale, visual effects, la moda e il campo medicale, per la digitalizzazione di oggetti tecnici, artistici, naturali da analizzare e sviluppare nei processi interni.